Jimi Hendrix , nacque come Johnny Allen Hendrix, ma il padre James Allen (“Al”) Hendrix cambiò il nome del bambino in James Marshall Hendrix.
Dopo gli esordi nel 1961 con i King Kasuals, guadagnò la ribalta della scena rock tra il 1967 e il 1970, con tre album in studio e due live registrati con la band The Jimi Hendrix Experience. Durante questo progetto fu l’innovatore del rock psichedelico, dimostrando quanto una chitarra elettrice potesse essere importante.




La sua esibizione più famosa rimane quella al festival di Woodstock del 1969, durante la quale eseguì l’inno nazionale americano in modo molto provocatorio ma risolutivo.


Il 30 agosto 1970 Hendrix si esibì in un’arrancante performance allo storico Festival dell’Isola di Wight: i nastri integrali dell’esibizione sarebbero stati pubblicati ufficialmente soltanto trent’anni dopo.

Subito dopo vennero programmate diverse date lungo l’Europa per poter giustificare le consistenti spese sostenute dal chitarrista per mettere in sesto il suo avveniristico studio di registrazione e per le programmate registrazioni del suo nuovo album, provvisoriamente intitolato First Rays of New Rising Sun.




Il 6 settembre 1970 al Festival di Fehmarn in Germania, nella sua ultima esibizione dal vivo, Hendrix venne accolto da una selva di fischi e contestazioni da parte del pubblico.

La mattina del 18 settembre 1970, Hendrix venne trovato morto nell’appartamento che aveva affittato al Samarkand Hotel, al 22 di Lansdowne Crescent.




 

Il Samarkand Hotel, dove Hendrix passò la sua ultima notte. I locali dell’albergo risultano adibiti ad appartamenti privati.

La sua ragazza tedesca Monika Dannemann, presente nella stanza al momento del fatto, racconta di come Hendrix sia soffocato da un improvviso conato di vomito causato da un cocktail di alcool e tranquillanti; non è chiaro se il chitarrista sia morto nottetempo, come asserito dalla polizia, o se fosse ancora vivo all’arrivo dell’ambulanza e sia soffocato durante il trasporto in ospedale a causa del sopraggiungere di vomito in assenza di un supporto sotto la sua testa.

 

L’edificio bianco (a sinistra) si trova al 23 della Brook Street, l’edificio sulla destra è invece l’Handel House Museum

Il disco che aveva in preparazione venne pubblicato solo parzialmente nel 1971 con il titolo di Cry of Love e raggiunse la terza posizione della classifica Billboard: le registrazioni resteranno in circolazione in tale forma provvisoria fino al 1997, quando tutte le tracce vennero ordinatamente ed interamente ripubblicate con il titolo originario di First Rays of New Rising Sun.

La sua carriera musicale, breve ma intensa, gli valse nel 1992, a cinquant’anni dalla nascita, una stella nella Rock and Roll Hall of Fame, il più importante museo del rock del mondo, di Cleveland