Attore simbolo dello spettacolo comico in Italia, soprannominato «il principe della risata», è considerato, anche in virtù di alcuni ruoli drammatici, uno dei maggiori interpreti nella storia del teatro e del cinema italiani. Si distinse anche al di fuori della recitazione, lasciando contributi come drammaturgo, poeta, paroliere, compositore, cantante.



Totò fu un artista totale: simbolo dello spettacolo comico in Italia, oltre a 97 film nel corso della sua carriera interpretò e scrisse poesie e decine di brani. «Non c’è nessuna discrepanza tra la mia professione, che adoro, e il fatto che componga canzoni e butti giù qualche verso pieno di malinconia» diceva «Sono napoletano e i napoletani sono bravissimi nel passare dal riso al pianto».




Anche se non era in grado di suonare nessuno strumento, creava spesso sia il testo sia la melodia dei pezzi, che in molti casi possiamo ascoltare nelle sue pellicole.