8 dicembre 1980, New York, 72esima strada, ore 22.50. Un giovane si avvicina allo slanciato quarantenne che sta rincasando con sua moglie, lo chiama e poi, senza nemmeno aspettare la sua risposta, gli spara cinque colpi alla schiena. Circa un quarto d’ora dopo, quell’uomo viene dichiarato morto al Roosevelt Hospital e con lui va via anche un pezzo del sogno collettivo di un’intera generazione. Quell’uomo era John Lennon e l’8 dicembre di trentanove anni fa, poco dopo aver compiuto quarant’anni, la sua vita finisce per mano di un folle ossessionato dai Beatles, Mark David Chapman, immediatamente catturato e ancora oggi in carcere dopo essere stato condannato all’ergastolo. Vogliamo oggi ricordarlo quindi con qualche curiosità:




– Secondo alcune persone molto vicine al musicista inglese, John Lennon non sopportava il timbro della propria voce. Non a caso, aveva l’abitudine di registrarsi più di una volta, per poi aggiungere echi e riverberi.

– Grazie alla fama raggiunta coi Beatles, acquistò un’intera isola deserta tutta per sé. Nel 1967, infatti, il musicista comprò per la somma di 1700 sterline un’isola irlandese, la Dorinish Island che è stata ovviamente consegnata alla mitologia.




– Si dice che fu Bob Dylan a introdurre John Lennon e i suoi colleghi all’uso della marijuana.

– John Lennon fu l’ultimo dei Beatles ad ottenere la patente di guida.

– La sua dieta: niente carne, niente dolci. Solo cibo macrobiotico, e lunghe camminate.