Una serie di straordinarie storie di umanità. Come da tradizione, nel giorno del compleanno del grande attore romano, la Fondazione Alberto Sordi ha assegnato a Roma il Premio a lui intitolato dedicandolo quest’anno a singoli individui, gruppi di volontariato, famiglie e figure professionali che si siano distinti per gesti di solidarietà specificatamente orientati agli anziani.

Tra i momenti più toccanti dell’evento  il Premio alla Memoria dedicato a Fabrizio Frizzi, che dal 2012 è stato il conduttore ufficiale della manifestazione. A riceverlo è stato il fratello Fabio, Direttore d’orchestra e compositore. «Non ci sono parole adeguate ad esprimere quanta bellezza c’è nei gesti di tutti coloro che, lontano dai riflettori, con infinita dedizione, scelgono di darsi in pasto per gli altri», ha detto il direttore della Fondazione Alberto Sordi, Ciro Intino.




L’evento, che si è svolto a Spazio Novecento a Roma, è stato condotto da Benedetta Rinaldi, giornalista Rai e volto di Unomattina, e ha visto la partecipazione di numerosi ospiti del mondo dello spettacolo, tra cui Sebastiano Somma, Alessandro Greco, Dario Salvatori e Fernando Muraca.

Fabrizio Frizzi è stato un conduttore televisivo italiano.




Ispirandosi a Corrado, nella sua quarantennale carriera Frizzi ha condotto quiz, varietà e talent show come Miss Italia (che lo vide alla guida per 17 edizioni, di cui 15 consecutive), I fatti vostriScommettiamo che…?Luna ParkDomenica inPer tutta la vita…?Cominciamo beneSoliti ignoti e L’eredità; ha partecipato come concorrente in programmi di successo come Ballando con le stelle e Tale e quale show e ha recitato nelle due stagioni della fiction Non lasciamoci più.




Il suo nome è legato anche a trasmissioni benefiche come la maratona televisiva Telethon, da lui condotta negli anni novanta e poi ripresa ininterrottamente dal 2005 fino al 2016 per un totale di 11 edizioni, e La partita del cuore, presentata per 22 edizioni dal 1992 al 2017. Considerato fin dagli anni ottanta uno dei principali volti maschili della Rai, è stato insieme a Pippo Baudo il conduttore con più trasmissioni all’attivo. È stato anche doppiatore: è sua infatti la voce di Woody, lo sceriffo protagonista della saga di Toy Story.