Nella seconda giornata dell’Home Festival di Treviso si respira aria di anni 90. Dall’elettronica al rock alternativo passando per il punk, sono tanti i protagonisti di quel decennio a calcare il palco allestito nell’area della dogana. A partire dai Prodigy, trio britannico simbolo della “rave generation”. Ci saranno poi gli Incubus, che mescolano rock, rap e metal. E poi il ritorno dei Prozac+, a vent’anni da “Acido acida”.




Il trio britannico, autore di pietre miliari della musica elettronica come “Voodoo People”, “Smack My Bitch Up” e “Firestarter”, è uno dei maggiori esponenti del big beat. Il nuovo album dei Prodigy è previsto per novembre e sul palco di Treviso potrebbe presentare qualche anteprima. Un album nuovo invece i californiani Incubus lo hanno già pubblicato, nel 2017, con Skrillex, a riprova del loro ecclettismo. Arrivano all’Home dopo essersi esibiti in festival come Lollapalooza, Air + Style, Download Festival e Pinkpop. I Prozac+ invece tornano a distanza di 13 anni dal loro ultimo tour. Quella di Treviso sarà la seconda (e al momento ultima) occasione per rivederli dal vivo. Altri esponenti italiani in cartellone sono i Mellow Mood, nati nel 2009 con l’obiettivo di far rinascere la scena reggae in Italia, sono stati definiti la “miglior band italiana” da Rototom Sunsplash e hanno ottenuto una fama internazionale.
 Il pubblico di HF potrà continuare a ballare tra techno, elettronica, punk e Drum & Bass. Arriva infatti la coppia più famosa di Bristol, Roni Size feat Dynamite MC. Il primo produttore discografico e disc jockey di fama internazionale, il secondo uno dei più grandi nomi nel mondo MC globale. Tornano poi per la terza volta i Ministri una delle realtà più importanti della scena rock italiana. A infuocare la folla di HF ci penserà pure Tropical Pizza Soundsystem, l’esplosivo progetto di Nikki di Radio Deejay e Dj Aladyn che spopola in tutt’Italia.