Baby è la nuova serie originale italiana di Netflix prodotta da Fabula Pictures che debutterà in 190 paesi il prossimo 30 novembre. Diretta da Andrea De Sica e Anna Negri, con Benedetta Porcaroli, Alice Pagani, Riccardo Mandolini, Isabella Ferrari, Claudia Pandolfi, Paolo Calabresi e altri attori italiani, Baby racconta in 6 episodi una storia di formazione che esplora le vite segrete di alcuni adolescenti romani. 

La serie è stata creata dai GRAMS, un nuovo collettivo di scrittori composto da cinque giovani autori: Antonio Le Fosse, Re Salvador, Eleonora Trucchi, Marco Raspanti e Giacomo Mazzariol.Isabella Aguilar e Giacomo Durzi sono stati gli head writer e coautori del soggetto di serie che con la loro esperienza hanno completato il team di scrittura dello show.

SINOSSI

Liberamente ispirata ad una storia vera, la serie segue le vicende di un gruppo di adolescenti del quartiere Parioli che sfidano la società ricercando la propria identità e indipendenza, sullo sfondo di amori proibiti, pressioni familiari e segreti condivisi.Quanto accaduto a Roma alcuni anni fa è solo la cornice di questa storia. Baby parla di adolescenti che hanno un disperato bisogno d’amore. Tutti i personaggi ne hanno bisogno in modo diverso, sia gli adulti che i ragazzi.Baby è soprattutto una storia di amore e incomprensioni, romantica e dark allo stesso tempo.Ogni personaggio intraprende il suo viaggio, alla ricerca dell’amore e della felicità.

 

LE MUSICHE

La colonna sonora originale di Baby è del compositore e musicista Yakamoto Kotzuga, (Giacomo Mazzucato).  Nella colonna sonora di Baby, Yakamoto Kotzuga autore Sugar, ha inserito anche tre brani tratti da suoi precedenti progetti.  I tre brani sono Until we fade e She Said da “Slowly Fading” del 2018 e All These Thing i Usude to Have del 2014.Tra le altre musiche che accompagneranno lo sviluppo della storia, il particolare arrangiamento di Girls just want to have fan dei Chromatics, Takagi & Ketra – Da sola / In the night feat Tommaso Paradiso ed Elisa, Wasting my young years dei London Grammar My Enemy dei Chvrches feat Matt Berninger. A chiudere la serie sarà invece il celebre brano dei Måneskin Torna a casa, l’intensa ballata, già certificata disco di platino, che ha anticipato l’ultimo album Il ballo della vita.