Enorme (e meritato) successo quello di Bohemian Rhapsody al box-office italiano. 

Il film biopic sull’ascesa al successo dei Queen dal 1970 allo storico concerto Live Aid nel 1985, dopo aver conquistato i cinema del nord America, si posiziona in vetta alla classifica delle sale italiane di questo week-end, registrando un incasso di 5.413.562 € in soli quattro giorni di programmazione.

Gli incassi totali mondiali del film si aggirano intorno ai 540 milioni di dollari, a fronte di un budget di 52 milioni. La pellicola di Dexter Fletcher (iniziata da Bryan Singer, che poi ha mollato) ha messo d’accordo più o meno tutti sull’ottima interpretazione di Rami Malek nei panni del ‘mito’ Freddie Mercury.




Nella classifica del box-office entra al secondo posto Il Grinch dell’Illumination Entertainment: il simpatico lungometraggio animato basato sulla fiaba del dr. Seuss col mostriciattolo verde reso famoso dalla pellicola del 2000 parte con 1.806.000 €. Buoni incassi, con probabile crescita sotto Natale.
Nuova entrata anche in terza posizione: è Se son rose di e con Leonardo Pieraccioni, che parte con 1.660.000 €.

Cade dal primo al quarto posto Animali Fantastici – I crimini di Grindelwald, il secondo film della saga-prequel di Harry Potter a cura di J. K. Rowling. Questa settimana ha raccolto altri 961.000€, totalizzandone in Italia 11.750.000. Nel mondo al momento ha toccato quota 520 milioni di dollari: non si parla di flop, però siamo ancora ben lontani dagli 814 del primo capitolo.
Scivola dalla seconda alla quinta posizione anche Robin Hood, con altri 493.000 portati a casa, per un bottino italiano finora di 1.530.000€. Globalmente si sta rivelando un discreto flop economico.