È stato presentato il 6 settembre a Stoccolma e ieri al Toronto Film Festival, Borg/McEnroe, la pellicola tutta incentrata sulla rivalità tra i due celebri tennisti Björn Borg e John McEnroe, capaci di cambiare la stora del tennis mondiale. Il campione svedese Borg è interpretato da Sverrir Gudnason mentre lo statunitense McEnroe dall’attore Shia LaBeouf

La storia, oltre a mettere in risalto i diversi caratteri dei due campioni, calmo e controllato quello dello svedese, facilmente irascibile e da ‘testa calda’ quello dell’americano, si incentra sui 14 incontri disputati dai due e principalmente sulla finale giocata a Wimbledon 1980, ritenuta una delle partite più belle di sempre vinta da Borg al quinto set.

 Il film è atteso in Italia per il 9 novembre.




Ecco cosa hanno detto rispettivamente i due interpreti Shia LaBeouf e Sverrir Gudnason sui loro campioni:

Shia LaBeouf: “Credo che McEnroe fosse un grande tattico, aggiungeva qualcosa di diverso al gioco. Utilizzava la rabbia come tattica per sbarazzarsi degli avversari, costruiva la sua intensità per caricarsi. Era un artista, ed impersonarlo è stata un’esperienza catartica”.

Sverrir Gudnason: “Borg è il più grande atleta che la Svezia abbia mai avuto. Per me, la parte interessante del film è la psicologia. Per arrivarci, volevo interpretare Borg nella maniera più veritiera possibile”.