74 anni per un grande attore degli anni 80/90. Prima di cominciare il nostro piccolo omaggio a Danny DeVito e ai suoi personaggi che ci sono rimasti più impressi, vogliamo citare alcune delle notevoli pellicole da lui prodotte. Si va da Pulp Fiction a Man on the Moon, passando per Gattaca, Out of Sight ed Erin Brockovich. Quest’ultimo fece vincere l’Oscar a Julia Roberts. La prima parte importante dell’attore fu nel dramma pluripremiato Qualcuno volò sul nido del cuculo (1975), di Miloš Forman.




Accanto a Jack Nicholson, e al “Grande Capo”, era uno dei pazienti dell’ospedale psichiatrico di Salem, Oregon. Parlando di Nicholson, impossibile non citare l’impressionante versione del Pinguino, offerta nel sequel di Batman di Burton. DeVito riuscì nell’impresa di eguagliare il lavoro fatto dal collega con il Joker, regalandoci un’interpretazione sentita e magnificamente disturbante… aiutato anche da un ispirato reparto trucco. Con Jack e il regista Tim si ritrovarono poi qualche anno dopo nello spassoso sci-fi satirico Mars Attacks! (1996). Sempre per Burton si è calato nei panni di un direttore di circo, nonchè lupo mannaro, nel commovente fantasy/drammatico Big Fish. Uno dei suoi ruoli più memorabili è tuttavia quello del gemello di Arnold Schwarzenegger, nella divertentissima commedia diretta da Ivan Reitman. Prossimamente I Gemelli, grande successo anni ’80/’90, dovrebbe anche avere un sequel in cui i due scopriranno un terzo fratello improbabile… Eddie Murphy! Prossimamente lo vedremo nuovamente diretto a Burton (e sempre insieme e Keaton) nel live action di Dumbo!