L’ultimo film in cui aveva recitato era stato Di nuovo in gioco, nel 2012.
Per rirtovare l’ultima volta in cui aveva recitato in un film da lui stesso diretto, invece, bisogna andare ancora più indietro, al 2008 di Gran Torino.




E quindi, se ogni film di Clint Eastwood è un evento, questo The Mule lo è ancora di più, perché del film – che racconta la vera storia di un anziano che fa il corriere della droga per un cartello messicano – il vecchio Clint è appunto regista e protagonista. Al suo fianco, nei panni di un agente della DEA, il lanciatissimo Bradley Cooper, che per Eastwood era stato protagonista di American Sniper; a completare il cast, troviamo Diane Wiest, Michael Peña, Laurence Fishburne, Clifton Collins, Jr. e Taissa FarmigaThe Mule è basato sulla storia raccontata dal giornalista del New York Times Magazine Sam Dolnick, che qualche anno fa aveva scritto un lungo pezzo su Leo Sharp, un 87enne veterano della II Guerra Mondiale fermato e arrestato dalla DEA per traffico di droga: nel film, Sharp diventa Earl Stone ma rimane un veterano, un uomo anziano che, per cercare di salvare la sua azienda, accetta di fare il corriere della droga per un cartello messicano.