l maestro del brivido, Dario Argento, ha parlato all’ANSA del remake del suo cult del 1977, Suspiria, ripreso dal palermitano Luca Guadagnino e presentato in questi giorni in Concorso alla 75ma edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Argento, poco propenso a dare un giudizio sul film, ha comunque rilasciato un commento sulla pellicola.




“È un film diverso dal mio, fatto con uno spirito diverso. Con la grazia di Luca Guadagnino, che sa raccontare storie con finezza. Non è la stessa cosa. Il mio aveva una ferocia e una grinta che il remake non ha. L’horror è una questione interiore, dipende da quello che hai dentro. Lui ha fatto un film più delicato, meno horror. Non rispecchia il film originale, ma Luca Guadagnino resta uno dei migliori registi europei e ha il diritto di raccontare una storia che riflette i suoi pensieri ma che è diversa dalla mia versione dei fatti”.

Cliccate QUI per leggere la nostra recensione del film visto in anteprima a Venezia.