La mitica raccolta che ci ha tenuti incollati alla tv e al giornalaio da piccoli finalmente torna…

Una collezione imperdibile che ti farà scoprire tutto sul nostro organismo, con un linguaggio semplice ma anche serio e rigoroso. E in ogni volume troverai anche approfondimenti e giochi per mettere alla prova le tue conoscenza. E inoltre, la collezione di dvd con i personaggi di Albert Barillé ti aspetta in HD!

PRIMA USCITA IN EDICOLA: “IL CUORE: fascicolo + dvd” a € 1,99!

INFORMAZIONI:
L’Opera è composta da 72* uscite (26 con volume e dvd, 46 con solo volume) a periodicità quattordicinale; il giorno di uscita è il sabato; il prezzo della prima uscita è di € 1,99, quello della seconda di € 4,99; a partire dalla terza uscita il prezzo sarà di € 8,99.

I personaggi sono costituiti da bambini ammalati, oppure da bambini che chiedono informazioni ai genitori o ai nonni; ed ognuno di loro ha un alter ego “microscopico” che rappresenta un elemento dell’anatomia.




    • Pierrot, bambino (e ragazzo in alcuni episodi) protagonista della serie, ha un equivalente linfocita, il capitano Pierrot.
    • Pti (nell’originale francese e nei volumetti Kira), bambina (e ragazza in alcuni episodi, fidanzata di Pierrot) ha anch’essa un equivalente linfocita, il tenente Pti.
    • Grosso ha il suo equivalente polinucleato nell’omonimo tenente-capo dei globuli bianchi polinucleati.
    • Pierrette, in genere la più piccina del gruppo, con i capelli biondi (sorella di Pierrot, fidanzata di Grosso). Non ha un equivalente diretto “microscopico”, ma è somigliante al globulo rosso Globina.




  • Il barbuto e capellone incanutito Maestro, che rappresenta il “capo” che dirige le operazioni (ad esempio nella cellula o nel cervello), appare anche nel mondo esterno in veste di medico tuttofare, o come qualsiasi altra figura intellettuale.
  • I cattivi (in originale Nabot e Tignoso nei volumetti e nei titoli di coda, a volte citati anche come Birba e Tigna, ma mai nominati direttamente nel cartone): la loro età è indefinita, poiché a volte figurano come i ripetenti della classe, altre volte come due adulti alla guida spericolata di una vettura, oppure come due fumatori ed alcolizzati. Questo duo organizza scherzi stupidi verso il prossimo, provocando danni o lesioni che diventano in seguito oggetto di spiegazione scientifica. Anch’essi hanno i loro alter ego nel mondo dell’anatomia: il capo dei virus è un vermiciattolo giallo (con varianti a seconda del tipo di virus) con la faccia di Nabot, mentre il capo dei batteri è una versione ridotta in scala di Tignoso con il corpo azzurro, sempre con varianti.
  • Metro, il capo degli anticorpi, presentati qui come degli insetti con piedi prensili e quattro ali (ripreso dalla precedente serie).
  • Colonnello Pierre, il capo dei globuli bianchi addetto all’addestramento delle giovani reclute per la difesa del corpo umano, ha una controparte umana come padre di Pierrot e Pierrette, che però non parla mai in tale forma.
  • Nel già menzionato gruppo di globuli rossi, si possono riconoscere ancora una volta (in versione globulo rosso) Grosso nel ruolo di Emo, un globulo rosso che si lamenta sempre della sua condizione specie quando c’è da portare anidride carbonica; il Maestro nel ruolo di Globus (facilmente individuabile dai capelli a forma di antenna e da due protuberanze a livello basale, una frontale ed una posteriore, che ricordano i lunghi capelli e la barba del Maestro).




Inoltre, i personaggi secondari hanno una forma specifica a seconda del ruolo che ricoprono: i sali minerali sono rappresentati come delle saliere con del sale dentro, gli zuccheri come delle caramelle antropomorfe e i grassi come dei bizzarri cavallini gialli. I globuli bianchi sono presentati come il reparto di sicurezza: i polinucleati (ad eccezione di Grosso) in genere sono di aspetto grassoccio, hanno la pelle bianca e sono armati di un manganello bianco, ma la loro vera arma è la loro bocca che spalancano a dismisura e con la quale ingoiano virus o batteri; i linfociti invece vengono presentati come poliziotti a bordo di navicelle circolari dalle quali fanno uscire gli anticorpi; i basofili sono i reparti femminili presentati come l’equivalente dei polinucleati, con l’unica differenza che al posto del manganello hanno un cesto dal quale lanciano delle bombe di istamina; i macrofagi sono le unità di smaltimento rifiuti, presentati come dei veicoli che ricordano la testa di una rana o di un rospo. I batteri sono presentati in varie forme, spesso come dei mostri malevoli di colore blu e con delle determinate caratteristiche a seconda della specie (ad esempio, gli Streptococcus mutans, i microbi dei denti, vengono presentati come esseri deboli che con lo zucchero diventano ipertrofici; i batteri della salmonellosi sono dei centauri con zampe cortissime, i microbi responsabili del tetano come degli esseri dal corpo slanciato che possono chiudersi a palla), l’unica eccezione sono gli Escherichia coli, presentati come degli esseri pelosi di colore marrone dalle moltissime zamp