Fallout 76 è un videogioco action-RPG del 2018, di tipo MMO, sviluppato da Bethesda Game Studios e pubblicato da Bethesda Softworks. Si tratta del prequel dell’intera serie Fallout. È uscito per Microsoft Windows, PlayStation 4 e Xbox One il 14 novembre 2018.

Fallout 76 è il primo gioco multiplayer online di Bethesda Game Studios. Per poter giocare è richiesta una connessione costante ai server di gioco, tuttavia è possibile avanzare con la storia anche in singolo, tenendo però presente che non esistono NPC umani.Todd Howard ha rivelato che, inizialmente, nel gioco saranno presenti soltanto server pubblici e, solo in un secondo momento, saranno introdotti dei server privati. È ancora presente il sistema di combattimento S.P.A.V., un meccanismo introdotto per la prima volta in Fallout 3 che consentiva ai giocatori di bloccare virtualmente il tempo nel gioco ed attaccare il nemico, anche se in questo nuovo capitolo è stato rimosso il rallentamento temporale, sempre per via delle sue nuove meccaniche online.

Il gioco è ambientato in un open world quattro volte più grande di quello di Fallout 4. Il mondo, in cui il gioco è ambientato, è chiamato “Appalachia” e vi sono rappresentazioni di luoghi reali della Virginia Occidentale, come il Campidoglio, il “The Greenbrier” (un luxury-resort situato vicino agli Allegani), il Woodburn Circle (un campus universitario), il New River Gorge Bridge (un ponte) e il Camden Park (un parco di divertimento). Nel gioco saranno presenti nuovi e numerosi mostri mutanti, molti dei quali sono ispirati al folclore della Virginia Occidentale, come l’Uomo falena e il Mostro di Flatwoods.

TRAMA

Fallout 76 è un prequel dei precedenti giochi di Fallout. Esso è ambientato in una storia alternativa e si svolge nel 2102, venticinque anni dopo una guerra nucleare che ha devastato la Terra. Il personaggio del giocatore è un residente del Vault 76, un rifugio antiatomico costruito nel West Virginia per ospitare le migliori e più brillanti menti americane. Il personaggio del giocatore esce, per ultimo, dal Vault, durante il “Reclamation Day”, per partecipare alla ricolonizzazione della Wasteland

RECENSIONE

Il nuovo gioco di Bethesda non è un capolavoro, non è il miglior Fallout di sempre e forse neanche il survival più avvincente sul mercato. Ciò non toglie che le sue potenzialità in chiave futura con gli aggiornamenti può aprire la strada a una serie talmente estesa di contenuti di livello, accanto alla miriade di quelli già presenti, che lo rendono quantomeno appetibile per una buona fetta di giocatori.

Al day one è stata rilasciata una patch di dimensioni superiori a quelle del gioco stesso mentre la seconda patch rilasciata pesava quanto il gioco, questo perché il titolo al suo rilascio era affetto da problemi di natura tecnica piuttosto gravi come crash, bug, glitch, cali di frame e instabilità di server su tutte le piattaforme

Fallout 76, essendo un prequel, riesce a meravigliare il giocatore facendolo immettere in un universo ancora poco conosciuto, mettendoci nei panni di quegli individui che diventeranno i personaggi nei capitoli futuri . La campagna e la narrazione sembrano molto meglio della storia stessa.

Consigliamo di giocare e giocare ore e ore per prendere confidenza con tutto