Una nuova tragedia si è abbattuta su “Fast & Furious“, dopo la morte del protagonista Paul Walker nel 2013 a causa di un incidente in auto. Ieri sul set del nono capitolo Joe Watts, la controfigura di Vin Diesel, è caduto di testa da un’altezza di oltre nove metri. Lo stuntman è stato ricoverato in condizioni gravissime ed è in coma indotto. A quanto riporta il “Sun” l’attore, che ha assistito all’incidente, “è scoppiato in lacrime ed è sotto shock”. Il set era stato allestito ai Warner Bros. Studios Leavesden, vicino a Londra e un portavoce della Universal ha rilasciato una dichiarazione a Variety, confermando l’incidente:“Abbiamo avuto un infortunio sul set di Fast 9 oggi a Leavesden con uno dei nostri stuntmen. Abbiamo fermato la produzione per oggi, per concentrarci su questa situazione.”




La polizia ha dichiarato che sono stati subito chiamati i soccorsi, poco prima di mezzogiorno (ora locale): “Un’ambulanza, tre veicoli del soccorso e l’elisoccorso di Essex and Herts sono stati prontamente chiamati ai Leavesden Studios poco prima di mezzogiorno di oggi (22 luglio), in seguito alla notizia di un uomo ferito a causa di una caduta. Un paziente con una grave lesione alla testa è stato trasportato al Royal London Hospital in elicottero”, hanno dichiarato le autorità.




Le riprese sono state immediatamente interrotte e una fonte ha riferito al magazine inglese che “Vin Diesel è stato visto sul set qualche secondo dopo la tragedia. Era pallido, sotto shock e in lacrime. Ha visto cosa è successo”.