Si è tenuta ieri 10 ottobre la conferenza di presentazione dell’edizione numero 12 del Festival del Cinema di Roma. Dopo la fortunata edizione precedente, che ha fatto registrare un +18% di frequenza del pubblico e capace di interessare molto anche la stampa internazionale, confermato il direttore artistico Antonio Monda per altri tre anni, insieme alla presidentessa Piera Detassis.

Scendiamo nel dettaglio e vediamo che cosa ci offrirà l’imminente Festival: la dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma si svolgerà dal 26 ottobre al 5 novembre 2017 all’Auditorium Parco della Musica e in altri luoghi della Capitale. La struttura firmata da Renzo Piano sarà il fulcro della manifestazione e ospiterà proiezioni, incontri, eventi, mostre, installazioni, convegni e dibattiti.




I film e i documentari in lizza nella Selezione Ufficiale saranno 39 (di cui 3 in collaborazione con Alice nella città), con ben 31 paesi del mondo rappresentati. Per un elenco dettagliato dei titoli consigliamo di consultare il sito del Festival in questa sezione. Oltre alla Selezione Ufficiale il programma prevede 12 Incontri Ravvicinati: saranno ospiti alcune star internazionali, tra cui DAVID LYNCH (che riceverà il premio alla carriera), il giovane regista XAVIER DOLAN, JAKE GYLLENHALL, IAN MCKELLEN, CHRISTOPH WALTZ, l’allenatore NBA PHIL JACKSON (artefice delle vittorie di Micheal Jordan e Kobe Bryant), MICHEAL NYMAN, lo scrittore CHUCK PALAHNIUK, VANESSA REDGRAVE e gli italiani NANNI MORETTI, GIGI PROIETTI FIORELLO.

Tutte italiane le preaperture del Festival che partiranno il 22 ottobre: Moravia offTerapia di coppia per amanti con Pietro Sermonti, Ambra Angiolini e Sergio Rubini, La ragazza nella nebbia, esordio alla regia dello scrittore di thriller Donato Carrisi. In chiusura l’atteso ritorno di Paolo Genovese dopo Perfetti sconosciutiThe Place, ancora un film corale, con protagonisti Marco Giallini, Valerio Mastandrea, Sabrina Ferilli, Vinicio Marchioni e molti altri.

Degni di nota anche la sezione Restauri e Omaggi, tra cui troveremo Bororalco di Carlo Verdone, Dillinger è morto, Miseria e Nobiltà, Sacco e Vanzetti.  

Un bel programma colorato e ricco, con aggiunte previste anche durante gli stessi giorni di Festival. Vi terremo aggiornati!