Lo sceneggiatore David S. Goyer ha parlato della saga de Il cavaliere oscuro di Christopher Nolan, concentrandosi sul ruolo che avrebbe dovuto avere Joker nel terzo episodio prima della tragica morte di Heath Ledger.

In The Dark Knight Rises, il terzo ed ultimo episodio della saga nolaniana dedicata a Batman, il Joker di Heath Ledger sarebbe stato uno dei personaggi più importanti, dato che sarebbe uscito di prigione a seguito della rivolta guidata da Bane (Tom Hardy). Tuttavia queste idee, purtroppo, non sono mai finite sulla carta, perché il film è stato scritto dopo la prematura morte di Ledger e, come Nolan ha sempre specifico, l’eventualità di affidare il ruolo ad un altro attore non è mai stata presa in considerazione.

“Ovviamente, la presenza di Heath Ledger avrebbe completamente cambiato la polarità del terzo film. Ed è vero che abbiamo iniziato a discutere del terzo film solo a circa due o tre mesi dall’uscita de Il cavaliere oscuro. Chris non era interessato a parlare di cosa sarebbe potuto succedere nel film successivo, ha sempre voluto concentrarsi sul film che aveva in mano. Non voleva gettare le basi per qualcosa che sarebbe potuto accadere o meno. Ma è logico supporre che il Joker sarebbe stato liberato, ed è certamente interessante immaginare cosa sarebbe successo se il film fosse andato in quella direzione.”

Durante un’intervista a Comic-Con dell’anno scorso invece, sempre David S. Goyer, ha rivelato che la Warner Bros. inizialmente aveva insistito affinchè ci fosse una storia sull’origine del Joker. Goyer ha parlato delle elaborate storie sull’origine dei cattivi di solito viste nei film sui supereroi e di come hanno scelto di prendere una decisione diversa per il Joker. “Ricordo quando ci stavamo chiedendo: e se il Joker non avesse davvero una storia sulle proprie origini?” disse Goyer. “Anche dopo il successo di Batman Begins, questa è stata considerata una questione molto controversa per la quale abbiamo ricevuto un sacco di rifiuti.”

FONTE: everyeye.it