Il Romics, rassegna internazionale su fumetto, animazione, games, cinema ed entertainment che si tiene due volte l’anno presso la Fiera di Roma, torna dal 5 all’8 ottobre con la sua ventiduesima edizione. Si tratterà com’è tradizione di quattro giorni di un programma ricchissimo, con oltre cento presentazioni, incontri ed eventi in otto location in contemporanea. Cinque padiglioni per immergersi in tutti i mondi della creatività dal fumetto al cinema, e per trovare le novità, le grandi case editrici, le fumetterie, i collezionisti, i videogiochi, i gadget e incontrare moltissimi autori ed editori. Non potremmo riassumere le tantissime iniziative della manifestazione in questo articolo, per cui vi rimandiamo, dopo la lettura, alla consultazione del programma ufficiale su www.romics.it.




Romics d’Oro di quest’anno, artisti ai quali sono anche dedicate alcune mostre, sono: Paolo Eleuteri Serpieri (autore di Druuna e direttore artistico della Scuola Internazionale di Comics di Roma); Ben Morris e Kevin Jenkins dell’Industrial Light & Magic (Oscar per gli effetti visivi e direttore degli effetti speciali il primo, direttore artistico degli effetti visivi il secondo, con contributi anche agli ultimi Star Wars); Shawn Martinbrough, fumettista americano che ha lavorato per DC e Marvel, ora autore dei disegni di Thief of Thieves della Skybound.
Il Romics quest’anno è sempre più musicale, con un evento d’eccezione: il Talk show con Francesco Gabbani, comunicatore e performer. Una imperdibile occasione per approfondire le sue fonti di ispirazione, il patrimonio della cultura orientale e i segreti del suo personale mix.