La prossima settimana arriverà finalmente nei cinema italiani IT, la prima parte dell’adattamento kinghiano diretto da Andy Muschietti che ha già incassato più di 600 milioni di dollari in tutto il mondo a fronte di un budget di soli 35 (esclusa la P&A).

Come noto, il Capitolo 2 approderà nelle sale il 6 settembre del 2019 e, durante il NYCC, IGN ha avuto modo di parlarne insieme a Bill Skarsgard, l’interprete di Pennywise, a margine del panel dedicato a Castle Rock, la serie targata Hulu anch’essa ispirata alle opere dello scrittore di Bangor (ecco il primo trailer su BadTv) dove figura fra i protagonisti.




Ecco cosa ha detto l’attore:

Il primo film ha funzionato così bene nel raccontare quello che, a conti fatti, è il focus della vicenda, la storia di questi ragazzini, che lo spettatore segue per tutto il tempo finendo per innamorarsene. Il secondo li ritroverà ormai adulti. Credo che per farlo in maniera giusta ci sia bisogno di differenziarlo. Penso che possa valere la pena esplorare gli aspetti psicologici dell’orrore, ma anche questa sorta di esistenza cosmologica di questo essere. Cosa sia e da dove proviene […] Anche nel romanzo c’è una risposta molto astratta. E mi piace molto come cosa. IT potrebbe diventare un trip psichedelico nella mente di Pennywise e se hai letto il romanzo sai che questo viaggio viene effettivamente fatto. Entrano nella sua mente, o quantomeno in questa dimensione transdimensionale, dove lo sconfiggono. Sarebbe interessante osservare questo luogo, scoprire com’è fatto. Ci sono delle opportunità in tal senso e non vedo davvero l’ora di lavorare al film.