Anche in occasione del mini-concerto in Piazza Duomo a Milano, Liam Gallagher attacca il fratello Noel: “È stato lui a distruggere gli Oasis per il suo ego. Amavo la band, ma lui voleva fare carriera da solista. E’ questa la mia versione, non mi interessa quello che viene detto sui social, o quello che pensano gli altri. So qual è la verità”.




Sul passato, il cantante spiega di non avere rimpianti, a parte alcuni vizi (“troppa droga e alcol”). L’ex-Oasis, infine, si dice contento di “essere tornato a fare musica: cantare è tutto. Significa restare vivo, è come respirare. Se non fossi un cantante, non so cosa sarei”. La competizione però non fa per lui: “Non voglio essere per forza il numero uno, o comunque un idolo. Voglio rimanere fedele a me stesso”.