Mentre iniziano a circolare i primi dettagli sull’edizione home video di Justice League, i risultati al botteghino del cinefumetto della DC Comics potrebbero finire veramente per deludere la Warner Bros. Pictures.

La pellicola di Zack Snyder (e di Joss Whedon) potrebbe superare il risultato finale de L’Uomo D’Acciaio del 2013, che aveva chiuso la sua corsa al box-office con 668 milioni di dollari, ma potrebbe comunque chiudere sotto ai 700 milioni di dollari. Sicuramente è una delusione per lo studio che si aspettava ben’altro risultato dal crossover di casa DC Comics; non è chiaro, al momento, quanto finirà per perdere la Warner da questo risultato per via del grosso investimento fatto dallo studio nei confronti del cinefumetto.




 

Per intenderci Exhibitor Relations ha confermato che la pellicola, questo week-end, è stata ufficialmente ‘ritirata’ da più di 1500 cinema in USA, registrando un notevole calo del 76% ed arrivando a quota 222 milioni di dollari in madrepatria. Per fare un paragone sono 190 milioni di dollari in meno di Wonder Woman e, addirittura 5 milioni in meno di Hancock, il film a tema ‘supereroi’ con Will Smith uscito qualche anno fa.

Nel mondo, al momento, è a quota 647 milioni e dovrà faticare ancora un po’, quantomeno, per superare l’incasso de L’Uomo D’Acciaio come detto poco sopra.