Al regista Kenneth Branagh, piacerebbe che venisse realizzato un universo cinematografico a tema Agatha Christie. La notizia arriva ora, dopo l’uscita di Assassinio sull’Orient Express, film che Branagh ha diretto.







 

Ora ad Hollywood non solo è tempo di reboot, ma anche dei cosiddetti “universi cinematografici”. E Kenneth Branagh, regista di Assassinio sull’Orient Express, appoggerebbe senza batter ciglio, l’idea di vedere sviluppato un universo cinematografico basato sui romanzi della prolifica scrittrice.

Kenneth Branagh ha interpretato, in questo suo ultimo film uscito in sala, il baffuto Hercule Poirot, e, vista l’ottima ricezione del film da parte del pubblico, ha suggerito che la 20th Century Fox potrebbe pensare di costruirci intorno un universo condiviso per i personaggi che abbiamo già visto al cinema. Assassinio sull’Orient Express, da un budget di 55 milioni di dollari, ha guadagnato, a livello globale, 311 milioni fino ad ora: oltre a Branagh, come detto, nei panni di Poirot, c’erano Daisy Ridley, Michelle Pfeiffer, Josh Gad, Johnny Depp e molti altri attori importantissimi.

 

Riguardo l’universo condiviso, ecco cosa ha dichiarato il regista:

“Panso che ci siano delle possibilità, non credete? Abbiamo un materiale composto da 66 libri e storie brevi e lei (Christie), spesso fa incontrare i suoi personaggi nelle diverse storie. Quindi c’è un mondo, proprio come con Dickens, creato da Agatha, che apre a innumerevoli possibilità di sviluppo.”