Dopo che Mowgli è stato ceduto a Netflix, adesso anche il prossimo progetto di Andy Serkis, attore e maestro della performance capture, prenderà la via dello streaming sulla piattaforma di Reed Hastings: si tratta di un nuovo adattamento di La fattoria degli animali, allegoria politica di George Orwell, pubblicata nel 1945 ma sempre attuale.



Serkis si occuperà della regia del film, realizzato con le usuali tecniche di performance capture: a sostenerlo in qualità di producer ci sarà Matt Reeves, che l’ha diretto in Apes Revolution e The War – Il pianeta delle scimmie, dove Serkis era stato il protagonista Cesare. Serkis sta lavorando su questo progetto da sei anni, con la sua casa di produzione The Imaginarium. In La fattoria degli animali, le bestie di una fattoria decidono di ribellarsi alla dittatura dell’uomo, in nome di un principio di eguaglianza, per dividere i frutti del lavoro di ciascuno equamente. Qualcosa però presto nella rivoluzione non funziona, perché i maiali cominciano ad assumere un ruolo di controllo del tutto simile a quello dell’essere umano. Da qui la celebre frase che sintetizza l’amaro contenuto del libro: “Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri”.