In arrivo al cinema L’inganno perfetto (The Good Liar), il nuovo film di Bill Condon presentato al festival di Torino, che vede protagonisti due mostri sacri come Helen Mirren e Ian McKellen recitare insieme per la prima volta. Roy Courtnay è un truffatore provetto e di lungo corso, che ha puntato Betty una donna rimasta vedova da poco e molto ricca.




Fin dal loro primo incontro, Roy inizia a manipolare Betty con il suo collaudato modo di fare e la donna, che sembra alquanto affascinata da lui, lo asseconda. Non possiamo dirvi di più per non spoilerare. La pellicola perciò si presenta come un avvincente thriller, ma la storia, soprattutto nel finale, scricchiola non poco. L’inganno perfetto quindi non è poi così perfetto. Nonostante le strabilianti prove attoriali dei due attori, il film ha qualche difetto tecnico sparso qua e là per la pellicola. Oltre a delle sbavature in fase di ideazione e montaggio, la regia non spicca mai per scelte particolarmente peculiari. Condon non si è sforzato più di tanto nel trovare una “quadra stilistica”, probabilmente spinto più dalla voglia di raccontare la storia attraverso i personaggi che non attraverso la componente visiva. Nonostante ciò, il film riesce comunque a reggere abbastanza bene il peso della vicenda che si incarica di raccontare. Anche se non vengono fornite troppe informazioni per “anticipare” gli eventi, il risvolto finale colpisce con forza anche se poteva comunque essere anticipato da uno spettatore sveglio e non di primo pelo. Un film che forse dimenticherete presto, ma a cui comunque consigliamo di dare un’occhiata.