Tra i personaggi che hanno subito furti dentro casa c’è anche l’attore Lino Banfi che in un’intervista  al Corriere ha raccontato la sua esperienza:




“Il primo è avvenuto più di trent’anni fa: una rapina a mano armata a casa dove erano presenti solo mia moglie e mia suocera. I malviventi avevano sequestrato il portiere, costringendolo a suonare il campanello. Mia moglie apre e i rapinatori vanno sicuri in camera da letto: sapevano del nascondiglio. Il bello è che la mia anziana suocera pensò si trattasse di una troupe televisiva che doveva fare delle fotografie!”. Un episodio che ha segnato e non poco Banfi che in quel perido si trovava a Milano.

Il noto comico pugliese ha dichiarato anche




“Rientravo a casa. Salgo in ascensore e mi trovo davanti un tizio col casco in testa: mi punta la pistola alla fronte, vuole il mio Rolex. Mentre si allontana, dice: “ringrazia dio che non entro con te a casa”. Qui per l’attore sorge un interrogativo sull’utilità di avere una pistola nel cassetto all’interno dell’appartamento: “Bisogna potersi difendere, ma sorge il dubbio: se hai una pistola in casa la nascondi e, se durante la rapina perdi tempo a cercarla, i ladri ti accoppano. Allora: vale davvero la pena?”. A questa domanda non ha ancora trovato una risposta.




FONTE http://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/lino-banfi-vittima-furti-volta-ascensore-col-rolex-1546205.html