Ve la ricordate XENA? Quanti pomeriggi passati su Italia 1? Beh che fine avrà fatto l’attrice?

“Ciao sono Lucy, attrice, attivista e neozelandese. In questo momento, sono a bordo del Rainbow Warrior, al largo della costa di Kaikōura – paese di avvistamento delle balene”.

 

Con queste parole l’attrice Lucy Lawless,  lancia un messaggio, attraverso Greenpeace, in difesa delle balene promuovendo una petizione contro ulteriori trivellazioni petrolifere.




“Sono qui per ribadire il divieto a nuovi permessi di esplorazione petrolifera offshore. Ma, mentre io sono così entusiasta di far parte di questo movimento per salvare il nostro clima, noi tutti siamo ancora nei guai. Appena oltre il fossato, i nostri vicini australiani hanno bisogno del nostro aiuto. Il governo australiano sta aprendo le porte all’esplorazione petrolifera e alla perforazione – in alcune delle regioni più biodiverse di questo pianeta – the Great Australian Bight. The Great Australian Bight è un’area oceanica, sede di balene, delfini e molte specie rare che non si trovano da nessun’altra parte sulla Terra.

Dear Australia, look after our whales will ya!

Lucy Lawless on the Rainbow Warrior throwing down a challenge to Australia to Make Oil History and Save Our Whales!Join her here: http://greenpeace.nz/tag-an-Aussie .. And tag an Aussie!

Pubblicato da Greenpeace New Zealand su Mercoledì 3 ottobre 2018





E le balene che vivono qui a Kaikoura viaggiano regolarmente verso le acque australiane, il che significa che perforare la costa australiana mette a rischio anche la nostra preziosa fauna selvatica. Proprio come il cambiamento climatico non riconosce i confini, nemmeno la natura. Per garantire il massimo livello di protezione per il clima e le nostre balene, dobbiamo aiutare i nostri vicini a far sì che il petrolio venga bandito da Bight”.

Quindi l’attrice invita a firmare la petizione.

FONTE http://www.tgcom24.mediaset.it/televisione/notizia_3167086201802a.shtml