Addio a Terry Jones, uno dei grandi protagonisti dell’epopea dei Monty Python, il gruppo comico capace di segnare un’epoca – nel Regno Unito e nel mondo – fra tv, cinema e teatro. L’attore e musicista gallese è morto a 77 anni, come reso noto dal suo agente. 




Jones è il secondo dei Monty Python a uscire per sempre dalle scene, dopo Graham Chapman. Del gruppo, discioltosi da tempo, rimangono sulla breccia John Cleese, Terry Gilliam, Eric Idle e Michael Palin, che proprio con Terry Jones – conosciuto in gioventù a Oxford, dove si erano entrambi laureati – aveva poi formato un affiatato tandem di autori di testi. Malato da qualche anno, Jones aveva ricevuto nel 2016 un riconoscimento alla carriera da parte del Bafta, l’academy britannica, salutata da una pubblica ovazione Michael Palin, suo compagno nei Monty Python, ha definito Jones come “uno dei più divertenti attori e scrittori della sua generazione”. Anche l’ex Python John Cleese ha voluto ricordare l’amico e collega come “un uomo di grande talento e infinito entusiasmo”. Innumerevoli, sui social media, i tributi in onore di Jones da parte di altri protagonisti della commedia britannica.




Tra i tanti, quello di Stephen Fry, che ne ha ricordato “il meraviglioso talento, il cuore e la mente”. Jones prese parte alle serie televisive ‘Monty Python Flying Circus’ e ai film del gruppo di comici, anche in veste di regista. Insieme a Terry Gilliam diresse ‘The Holy Grail’, del 1975, e in seguito da solo firmò ‘Life of Brian’, del 1979′ e ‘The meaning of life’ del 1983.