Se ne è andata troppo presto potremmo dire…ERIN MORAN, la sottiletta di Happy Days…oggi sembra giusto dedicarle un omaggio. 

Figlia di Sharon ed Edward Moran, era la quinta di sei fratelli. Il suo primo ruolo fu in uno spot pubblicitario. Interpretò la sorella minore di Richie Cunningham – Joanie, detta “sottiletta” – nel telefilm Happy Days (1974-1984), ruolo che le diede fama in tutto il mondo.[2] Insieme a Henry Winkler, Marion Ross, Tom Bosleye Anson Williams è l’unica ad aver sempre fatto parte del cast dalla prima all’ultima stagione della serie. Nel biennio 1982-1983 ha interpretato lo stesso personaggio nel relativo spin-off Jenny e Chachi, insieme a Scott Baio (già suo partner in Happy Days): grazie a questo ruolo, ha vinto lo Young Artist Award nel 1983 come miglior giovane attrice.




Tuttavia aveva già interpretato un ruolo importante anche nella serie televisiva Daktari (1968-1969), nonché – in qualità di caratterista – nei film Uffa papà quanto rompi! (1968) di Jerry Paris (futuro regista di Happy Days) e L’uomo caffelatte (1970) di Melvin Van Peebles. Negli ultimi anni l’attrice ha continuato ad apparire sempre più sporadicamente in qualche lavoro cinematografico e televisivo, oltre ad essere ospite di programmi come l’italiano I migliori anni nel 2010.




Nel 1987 sposò Rocky Ferguson, da cui divorziò nel 1993, anno in cui sposò Steven Fleischmann. Trovandosi in condizioni di grave indigenza, dal 2012 ha vissuto nella roulotte della suocera all’interno di un camping di New Salisbury, nello stato dell’Indiana, prima di essere sfrattata insieme al marito.

L’attrice è morta il 22 aprile 2017 a Corydon, in Indiana, a 56 anni per un cancro alla gola; il corpo è stato ritrovato nella Contea di Harrison dai soccorritori.

Scott Baio, interprete sul piccolo schermo di Chachi Arcola, ha scritto su Twitter:




Possano le persone ricordare Erin per il suo sorriso contagioso, il cuore caloroso e un’anima che amava gli animali. Ho sempre sperato che potesse trovare pace nella sua vita. Erin ora sei nelle braccia di Dio. Le mie condoglianze più sincere“.