Alla fine la tanto annunciata reunion dei Nirvana è arrivata. Sul palco del festival Cal Jam, in California, sono saliti Dave Grohl, Krist Novoselic e Pat Smear, che con il gruppo ha suonato tra il 1993 e il 1994.




I tre hanno suonato sei brani del loro repertorio: “Serve The Servants”, “Scentless Apprentice”, “In Bloom”, “Breed”, “Smells Like Teen Spirit” e “All Apologies”. A cantare invece ci hanno pensato il cantante dei Deer Tick John Joseph McCauley (i primi tre brani) e Joan Jett (i restanti), facendo così le “veci” del mitico Kurt Cobain. 

Nirvana sono il gruppo più rappresentativo del movimento grunge. In pochi anni e con una manciata di album all’attivo, sono riusciti a imporsi come la vera leggenda della scena di Seattle, riuscendo a interpretare l’umore di un’intera generazione e trasformando l’alternative rock in un fenomeno di massa. Il sacrificio del loro leader, Kurt Cobain, ha certamente alimentato il mito, ma l’impatto della musica dei Nirvana sugli anni ’90 è indiscutibile e si può paragonare per certi versi a quello avuto dagli Rem e dagli U2 sul decennio precedente.

nirvana