Ve lo ricordate con Passerà, vinse Sanremo? e Non Amarmi? Che fine ha fatto Aleandro Baldi??

Aleandro Baldi, all’anagrafe Aleandro Civai , è un cantautore italiano

Polistrumentista e cantautore di talento, non vedente dalla nascita, viene scoperto da Giancarlo Bigazzi che, dopo avere ascoltato una registrazione delle canzoni di Aleandro, ne intuisce le possibilità. Comincia così nel 1986 la carriera del cantautore, partecipando al Festival di Sanremo con La nave va, una canzone da lui composta e arrangiata. Si classifica al secondo posto nella “sezione giovani”, sia per quanto riguarda le preferenze espresse dal pubblico, sia per quelle raccolte fra i critici.




Nel marzo 1987 esce l’album di debutto Aleandro Baldi, realizzato con Maurizio Fabrizio, Raf e Giancarlo Bigazzi. In quell’estate Baldi sarà il vincitore della “sezione giovani” della manifestazione Un disco per l’estate con La curva dei sorrisi. Nel 1989 torna al Festival di Sanremo per presentare il suo brano E sia così (che dà il titolo al suo secondo album): si classifica al terzo posto nella “sezione emergenti”.




La vera consacrazione l’avrà nel 1992 quando vincerà la categoria Nuove Proposte del quarantaduesimo Festival cantando, in coppia con Francesca Alotta, una canzone scritta dallo stesso Baldi, Non amarmi. Il brano (inserito nell’album “Il sole”) riscuote subito un grande successo, restando in classifica per diversi mesi e occupando la prima posizione per dodici settimane. Otto anni dopo sarà poi tradotta in lingua spagnola e cantata dalla coppia Jennifer Lopez e Marc Anthony, portandola al successo in campo internazionale. Per lo stesso Festival di Sanremo scriverà il brano Perché, interpretato da Fausto Leali. Sempre nel 1992 vince Un disco per l’estate con il brano Il Sole, che è anche tra quelli da lui interpretati al Cantagiro, altra manifestazione vinta.




Due anni dopo partecipa ancora al Festival del 1994, questa volta nella categoria Campioni, con il brano Passerà da lui scritto. La canzone e l’interpretazione lo portano alla vittoria della manifestazione. Il brano verrà poi inserito nel nuovo album Ti chiedo onestà.Dello stesso anno è la pubblicazione del primo libro interamente autobiografico, scritto in collaborazione con il giornalista Marcello Lazzerini. Il titolo scelto dall’autore è Il sole dentro. Nel libro racconta gli anni trascorsi da bambino nell’Istituto per Ciechi di Reggio Emilia che definisce “il Gabbione”, la carriera musicale affrontata come un’affermazione di sé più che come una rivalsa.

Baldi al vittorioso Festival di Sanremo 1994 con Passerà

A maggio del 1995 partecipa al Festival “Viva Napoli” con il brano “Lacreme napulitane” e si classifica al secondo posto.

Nel 1996 sale ancora sul palco del Festival di Sanremo questa volta in coppia con Marco Guerzoni con il brano Soli al bar. Il brano ottiene l’ottavo posto e il Premio Famiglia Cristiana, riscuotendo un buon successo. Dopo l’uscita dell’album Tu sei me il cantautore si concede un periodo di distanza dagli studi di registrazione e nel frattempo continua a scrivere materiale nuovo.



DAL 2010 IN POI…

Nella primavera del 2010 esce il CD Italian love song con etichetta Drycastle records. L’album è composto da nove cover di brani italiani che vanno dal 1975 al 1980, canzoni particolarmente significative per il cantante. Nello stesso anno ha la possibilità di coronare un sogno che coltivava fin da ragazzo: diplomarsi in chitarra al conservatorio. All’esame finale conseguirà il voto di 10 su 10.

Nel febbraio 2012, in occasione della giornata nazionale del braille, partecipa come testimonial alla realizzazione del videoclip “Un Brivido”.. Il brano era già stato premiato dall’Istituto G. Gaslini di Genova per l’importanza del tema sociale trattato.




Successivamente l’artista si dedica allo studio della musicoterapia, disciplina che utilizza la musica come strumento terapeutico. È in questo ambito che ritrova Riccardo Azzurri, con il quale avvia un progetto, che vede tra gli altri la realizzazione di un brano per rendere omaggio alla propria città natale, Firenze. Nella primavera del 2014, i due presentano “Firenze madre”, canzone scritta a quattro mani ed eseguita accompagnandosi con il pianoforte (Riccardo Azzurri) e la chitarra (Aleandro Baldi). Il 19 maggio, in occasione dell’apertura della partita del cuore, i due cantautori si esibiscono allo stadio Franchi di Firenze davanti a 40.000 persone.




Dal 5 ottobre 2014 è stato ospite fisso, per 14 puntate, del programma di intrattenimento “Domenica in”, partecipando alla gara canora “Ancora Volare”. Otto coppie formate da big della canzone italiana e giovani talenti si sono sfidati interpretando successi contemporanei e del passato.