Tanti auguri a uno degli attori più importanti di Hollywood, Nicholas Cage per i suoi 54 anni.

Di origini italiane da parte di padre (i suoi bisnonni erano di Bernalda in provincia di Matera e di Napoli), tedesche e polacche da parte di madre. Il suo vero nome è Nicolas Kim Coppola ed è nipote del regista Francis Ford Coppola e dell’attrice Talia Rose Coppola (in arte Talia Shire), nonché cugino di Sofia Coppola, Jason Schwartzman, Robert Carmine e Roman Coppola e nipote del compositore Carmine Coppola. Figlio del professore August Coppola e della ballerina Joy Vogelsang, i suoi genitori divorziarono quando aveva 12 anni. Da giovane Cage decise di cambiare il suo nome per affrancarsi dalla reputazione dello zio e tentare di sfondare come attore indipendentemente dalla celebrità dei parenti. Cage è un grande appassionato di fumetti e deve il suo nome d’arte a Luke Cage, un personaggio dei fumetti creato nel 1972 dalla Marvel Comics.




Il suo primo ruolo di spicco è in Rusty il selvaggio (1983), diretto proprio da Francis Ford Coppola. Nel 1984 è il protagonista, insieme a Matthew Modine, del poetico Birdy – Le ali della libertà, di Alan Parker. Tra i vari film prima del premio Oscar si ricorda Stregata dalla luna (nomination al Golden Globe) e la partecipazione a Cuore selvaggio di David Lynch, film che vince la Palma d’oro al Festival di Cannes.

Protagonista di vari film di azione alla fine degli anni 1990, come The Rock con Sean Connery e Ed Harris, Con Air, con John Malkovich (entrambi prodotti da Jerry Bruckheimer) e Face/Off (1997), con John Travolta; ha lavorato, tra gli altri, anche con Martin Scorsese nel 1999 nel film drammatico Al di là della vita, e con Brian De Palma nel film Omicidio in diretta. Tra le pellicole girate nei primi anni duemila figurano: Il ladro di orchidee (2003) di Spike Jonze, nel quale interpreta lo sceneggiatore Charlie Kaufman; Il genio della truffa(2004) di Ridley Scott; Il mistero dei Templari (2004; produzione Bruckheimer e Disney); Lord of War (2005), dove interpreta un trafficante d’armi e World Trade Center (2006), basato sui drammatici eventi dell’11 settembre 2001.




Nel 2006 ottiene la nomination al Razzie Awards per la peggiore interpretazione dell’anno in Il prescelto e l’anno successivo ottiene una nomination ai Razzie Awards per le sue interpretazioni nei film Il mistero delle pagine perduteGhost Rider e Next.

Nel 2009 recita nel film Segnali dal futuro che ottiene ottimi incassi in tutto il mondo e successivamente prende parte alle riprese del film Il cattivo tenente – Ultima chiamata New Orleans con il quale ottiene il suo secondo Toronto Film Critic Award, come migliore interpretazione maschile.

Nel 2010 recita in ben quattro film, che arrivano in Italia solo nel 2011, tra cui Trespass di Joel Schumacher, apprezzato al Toronto Film Festival.




Nel 2012 è uscito il sequel di Ghost Rider, intitolato Ghost Rider – Spirito di vendetta.