L’evidente calo delle medie d’ascolto registrato dai primi episodi dell’ottava stagione non sembra preoccupare i vertici della rete americana AMC, e ne hanno tutte le ragioni: The Walking Dead rimane una delle serie tv più seguite. Nulla dovrebbe far pensare quindi che la fine delle storie di Rick e compagni sia più vicina di quanto non lo sia stata in passato.




 

Durante una conferenza con gli analisti di Wall Street, l’amministratore delegato di AMC Josh Sapan ha detto che lo zombie drama basato sui fumetti di Robert Kirkman potrebbe rimanere in onda per anni – se non decenni. “Non prendiamo alla leggera la parola ‘franchise'”, ha detto il dirigente. “Non è una parola usata in maniera approssimativa o casuale. Abbiamo studiato i migliori. Alcuni sono durati 30, 40 o 50 anni. Siamo nelle condizioni di tenerlo in vita ancora a lungo”.

Va detto, come sottolineato più tardi da una fonte vicina alla rete, che Sapan si riferiva al franchise nel suo complesso e non specificamente a The Walking Dead. E questo, proprio nel complesso, appare alquanto florido tra spin-off, fumetti, attrazioni, videogame e tonnellate di merchandising. Gli ascolti dicono però che, con una media di 10,1 milioni di spettatori e il 4.5 di rating nel target demografico 18-49, quest’anno The Walking Dead sta attirando il 10 e 16 percento in meno del suo pubblico.