Dopo che Fox ha rinnovato la serie per un ulteriore stagione e un totale di 10 episodi, è tempo di ripercorrere i migliori momenti tra i nostri agenti preferiti che hanno portato alla nascita del loro amore.





Il loro primo caso insieme, Scully non accetta la teoria pazza di Mulder ma la prende in considerazione divertendosi. E’l’inizio del rapporto.

L’episodio si svolge il luogo remoto dell’Alaska, Scully si preoccupa che Mulder sia stato infettato da un verme parassita che provoca una morte violenta con lo scoppio dei vasi sanguigni. Prima di somministrare l’antidoto, si ferma davanti a un armadio con il suo partner per vedere se il suo corpo contiene il parassita, perchè non vuole vederlo ferito nè tantomeno ucciso. Questo è stato il primo episodio in cui i sentimenti di lealtà e amicizia vengono fuori. Un episodio che lascia ancora interdetti dalla scenografia molto cupa e dal senso di impotenza che i due agenti provano davanti al verme-parassita.




Quando Mulder arriva al villino di Martha’S Vineyard, suo padre parla in maniera criptica circa il suo lavoro per il Dipartimento di Stato. Prima di riuscire a spiegargli la verità, Alex Krycek gli spara uccidendolo. Quando Scully viene a sapere dell’omicidio, incalza Mulder a lasciare il villino di Martha’S Vineyard in quanto le autorità sospetteranno sicuramente di lui per l’omicidio di suo padre, visti i loro contrasti, ripetuti nel tempo, e sempre molto accesi.
Quando Mulder ritorna a casa, ha la febbre altissima. Scully si prende cura di lui e, nel mentre, nota un fattorino sospetto che trasporta una bombola d’acqua nella cantina del palazzo. Mulder incontra Alex Krycek appostato fuori dal suo palazzo. Si lancia sull’agente gettandolo a terra ed estrae la sua pistola. Certa che Mulder stia per uccidere Krycek, Scully estrae la propria arma e colpisce Mulder alla spalla.
Quando Mulder riprende conoscenza, si trova in una stanza di un motel nel Nuovo Messico, la sua ferita d’arma da fuoco è stata curata da Scully. Spiega che gli esami di laboratorio hanno rivelato che l’acqua nel palazzo di Mulder è stato contaminata con un potente allucinogeno, e questo spiega il comportamento aggressivo di Mulder degli ultimi giorni.



Pusher è un criminale che ha la capacità di modificare la volontà altrui tramite una sorta di ipnotismo, e tramite essa riesce sempre a fuggire di prigione o inficiare i processi a suo carico. Non sarà facile per Mulder e Scully cercare di non cadere nelle sue trappole. Questi spinge Mulder a giocare alla roulette russa con Scully al tavolo. Sotto l’influenza del controllo mentale, Mulder non ha difficoltà a puntare la pistola alla propria testa, ma si tira indietro quando gli viene detto di premere il grilletto in direzione di Scully, dandogli il tempo di innescare un allarme antincendio e di farla scappare.



Il tema è quello dei messaggi subliminali, inseriti ad un campione di famiglie di una piccola città nei cavi delle loro TV di casa, che creeranno dei comportamenti aggressivi, paranoici e soprattutto omicidi. Anche Scully cade vittima di questi, ed è portata a credere che Mulder sia passato dalla parte del nemico, fino alla “tortuosa” scena finale. Uno dei dialoghi tra di loro più belli.



Preoccupato per la salute di Scully, Mulder indaga sulle misteriose circostanze del suo rapimento convinto di poter trovare una cura alla sua malattia. Scully decide invece di affidarsi al dottor Scanlon, il medico che aveva in cura le altre donne rapite. In ospedale i due si concedono un lungo abbraccio promettendo che “la verità li salverà”, è l’inizio del romanticismo.



Una lettera di una madre single conduce Mulder e Scully in una piccola città del Midwest, dove sembra aggirarsi una versione moderna del mostro di Frankenstein, un medico conduce strani esperimenti e Jerry Springer è una vera e propria ossessione. Alla fine dell’episodio Mulder invita la sua collega a ballare e le immagini sono in bianco e nero.



Mulder definisce Scully “una su 5 miliardi “(Stagione 5, Episodio 19)

Mulder chiede a Scully di credere in lui mentre si trova in un ospedale psichiatrico: “Tu sei l’unica su cinque miliardi di persone che può credermi”




Mulder va alla ricerca di una nave scomparsa nel Triangolo delle Bermuda nel 1939 e che ora è misteriosamente riapparsa. Ma quando sale a bordo scopre che lui, l’equipaggio e i passeggeri, alcuni dei quali hanno qualcosa di stranamente familiare, sono ancora bloccati nel passato. Per non modificare il continuum spazio temporale e modificare quindi la storia, Mulder è costretto a mediare fra l’equipaggio e la divisione nazista che ha preso possesso della nave.  Mulder si sveglia in ospedale e, dopo aver assunto un cocktail di antidolorifici, dice a Scully di amarla. L’unico “ti amo” mai scambiato tra la coppia e alla fine Scully con un sospiro esclama un “Oh fratello”. Lei già lo sapeva.




Scully presenta Mulder suo figlio Wiliam (Stagione 8, Episodio 21)

Knowle Rohrer (informatore di Dogget) avvisa l’agente del fatto che Billy Miles (creduto morto ma misteriosamente riapparso) sia un suprsoldato, ovvero il risultato di un progetto governativo nella quale pure Dana e il suo futuro figlio sono coinvolti. Nel tentativo di portare allo scoperto la questione Dogget e Mulder scoprono che Rohrer e Crane (suo superiore) sono collusi con Kersh e, anche loro, sono dei supersoldati. Nel tentativo di raggiungere Dana (nel frattempo portata in una località segreta da Reyes per partorire), Skinner uccide Krycek (liberandosi, così, dal giogo con cui era tenuto sotto tiro), uccide Crane e fa schiantare Rohrer con la sua macchina. Dana da alla luce il suo bambino nonostante Bill Miles sia riuscito a trovarla ed a portare altri abdotti (presumibilmente supersoldati anche loro) nella località sicura. Nonostante ciò, questi lasciano il bambino alla madre e si dileguano. Dogget mette sotto indagine Kersh (suo superiore), mentre Mulder raggiunge Scully a casa sua… e si baciano

FONTE http://ew.com/gallery/x-files-mulder-scully-best-moments/scully-introduces-mulder-to-baby-william-season-8-episode-21