Venom di Ruben Fleischer, interpretato da Tom Hardy, arriverà in sala a ottobre, ma già circolano voci della partecipazione di Tom Holland alias Spider-Man in Spider-Man: Homecoming e Captain America: Civil War. Il giornalista Jon Schnepp lo sostiene su Collider: secondo il rumor, l’idea è proprio quella di piegare la rigidità dell’universo Marvel affidato alla Sony e quello del Marvel Cinematic Universe vero e proprio.

Per quanto la prospettiva suoni forzata, vista la rigidità del MCU gestito da Kevin Feige, bisogna ricordare che proprio Spider-Man: Homecoming ha rappresentato la prima divergenza da questo modo di operare: tempo fa dedicammo anche un articolo sui termini dell’accordo tra Marvel e Sony per Spider-Man: Homecoming. Dal momento che il personaggio di Venom si muove nel “sottouniverso” di Spider-Man, non sarebbe una grossa sorpresa vedere il Tessiragnatele fare capolino nel nuovo lungometraggio.




Il problema più corposo ci appare quello promozionale: Venom, è stato confermato, sarà un film vietato ai minori (“R”, “Restricted” negli USA), mentre finora la riproposta di Spider-Man con Tom Holland si è mossa verso i giovani adolescenti. La questione potrebbe essere ridimensionata nel caso di un cameo non troppo pesante, sul quale non fare leva in termini di marketing.