Che Jim Carrey non si faccia problemi ad esporre i suoi pensieri e critiche sulla politica e sulle questioni sociali, è cosa nota da anni. Ed ecco che tra i suoi ultimi tweet possiamo vedere uno dei suoi disegni satirici dove si scaglia contro Donald Trump e sulle sue politiche sanitarie intraprese per arginare gli effetti del Coronavirus.

Carrey raffigura il Presidente degli Stati Uniti come il sindaco de Lo Squalo, film cult del 1975 diretto da Steven Spielberg nel quale il primo cittadino prende chiaramente sottogamba la situazione, invitando la popolazione della fittizia località di Amity ad andare ugualmente in spiaggia, nonostante il pericolo di venir mangiati dalla letale creatura. 




“Perché non vai in acqua?” si legge uscire della bocca di Trump nel disegno.

In un commento, spiega: “Trump è disposto a rischiare innumerevoli vite per salvare i suoi risultati economici, riferendosi alla sua intenzione di riaprire le attività economiche entro Pasqua, “È diventato il sindaco de Lo squalo”. Solo il giorno precedente aveva postato un’altra immagine con Trump addormentato a letto, ma circondato dal Coronavirus accompagnato dalla frase: “Poiché i casi di COVID-19 raddoppiano ogni tre giorni a New York, il Presidente rassicura Wall Street sul fatto che riuscirà a gestire i sistemi importanti”.