Jamie Lee Curtis ritornerà ad impersonare il suo iconico personaggio di Laurie Strode nel prossimo reboot di “Halloween”. Ad annunciarlo è stata la stessa attrice sul suo profilo twitter.

La saga di film horror “Halloween” venne lanciata nel 1978 dal regista John Carpenter, con il primo capitolo Halloween – La notte delle streghe, che fece diventare un’icona la figura di Micheal Myers. Da allora sono stati fatti numerosissimi sequel, per un totale di 10 film, con un incasso planetario che si aggira intorno ai 400 milioni. 




Il personaggio della Curtis, la baby-sitter Laurie Strode, avrà in questo ultimo capitolo il confronto finale con Micheal, l’uomo ‘mascherato’ che l’ha sempre perseguitata da quando riuscì a scappare dal suo tentativo di uccisione nella notte di Halloween, 4 decadi fa. L’attrice aveva già partecipato nei sequel di “Halloween II” (1981), “Halloween: 20 anni dopo” (1998), e “Halloween: la resurrezione” (2002).

John Carpenter sarà direttore esecutivo del film e consulente creativo, a supporto del produttore Jason Blum (quest’ultimo già dietro “Get Out”, “Split”, “The Purge” e “Paranormal Activity”). Nel team della direzione e regia anche Malek Akkad, produttore della saga fin dall’esordio.




Ecco una nuovo proprio della stessa.