Nel 1987 Il network televisivo americano CBS iniziò la produzione di Beauty and the Beast, una serie fantasy che rileggeva in chiave contemporanea il noto racconto. Il telefilm arrivò da noi con il titolo originale, ovvero La Bella e la Bestia. La programmazione della serie proseguì per 3 stagioni, riscuotendo fino al secondo anno ottimi consensi di critica e pubblico sia negli Stati Uniti che in Italia. In seguito, i cambiamenti intercorsi tra la seconda e la terza stagione portarono a un calo di ascolti, così il telefilm concluse la sua storia alla fine di una breve terza stagione.




Nonostante la conclusione prematura, La Bella e la Bestia ha avuto elementi di interesse e fascino e da farle guadagnare 30 anni dopo lo status di culto per tutti i telespettatori che ne ricordano ancora le avventure. La protagonista femminile è Catherine Chandler, interpretata da Linda Hamilton, che gli appassionati di fantascienza ricorderanno per essere Sarah Connor Terminator, Catherine è un giovane avvocato di New York all’apice del successo che una sera viene aggredita nel cuore di Central Park. Abbandonata gravemente ferita, viene soccorsa da Vincent, (Ron Perlman, Pacific Rim), un essere dall’ aspetto mostruoso ma dalla profonda umanità. Accanto a lui Catherine scoprirà che nel sottosuolo di New York si nasconde una numerosa e complessa comunità di persone, reietti della società, che vivono nelle caverne e nei tunnel che scorrono sotto tutta la città.




Il tempo trascorso insieme cambierà entrambi, creando tra i due un legame profondo che consentirà successivamente a Vincent di soccorrore Catherine non appena questa si troverà in difficoltà. La storia poi si evolve nel corso delle puntate e il legame diventa così forte tra i due da spingere lei ad abbandonare il lato legale per dedicarsi alla lotte contro la violenza.




Per quanto riguarda le storie, dobbiamo ricordare che tra gli sceneggiatori del telefilm si conta anche George R.R. Martin, poi diventato famoso ai lettori di fantasy come autore dei libri della saga delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco e di conseguenza del Trono di Spade. La serie terminò con 56 episodi e tre serie all’attivo ed è diventato un cult negli anni successivi, è stato un prodotto molto originale che se avesse avuto più fortuna sarebbe divenuto sicuramente una delle serie più importanti degli anni 80-90.