Sinossi:

Lucy Hale (Pretty Little Liars) e Tyler Posey (Teen Wolf) guidano il cast di Obbligo o Verità, un thriller soprannaturale della Blumhouse Productions (Auguri per la tua morte, Scappa – Get Out, Split). Un’innocente sfida ad obbligo o verità tra amici si rivela mortale quando




qualcuno—o qualcosa—comincia a punire coloro che mentono—o che rifiutano l’obbligo.

Diretto da Jeff Wadlow (Kick-*** 2), il cast del thriller include Violett Beane, Hayden Szeto, Landon Liboiron, Sophia Taylor Ali e Nolan Gerard Funk. Il film è stato prodotto dalla Blumhouse di Jason Blum, mentre tra i produttori esecutivi figurano Wadlow, Chris Roach, Jeanette Volturno e Couper Samuelson.

Recensione: 




Il film in questione sembra un horror movie degli anni 90. L’idea del regista è stata quella di ricalcare le orme di Screem ma il risultato è stato insufficiente. L’attenzione nel film non cresce e ripetutamente si è in presenza delle stesse storie ripetute senza trovare nè la motivazione nè sopratutto il giusto coinvolgimento dello spettatore. Alcune cose buone ci sono tipo la suspence che viene creata all’interno delle scene che via via però sembra un disco che ripete la stessa canzone sempre. Confrontandolo con Screem viene da pensare che le indicazioni e le notizie vengono ricercati dai protagonisti attraverso i social e non più in una casa come avveniva prima nei primi anni 90. 




Manca quindi l’interesse al film, manca il voler conoscere la storia, manca il giusto coinvolgimento che in un film che prende spunto dagli anni 90 non poteva assolutamente mancare.