il 10 settembre dell’89 andava in onda in America la prima puntata del cartone animato di Beetlejuice. Un enorme successo che portò la serie fino a 4 stagioni. Purtroppo qui da noi la serie non ha mai fatto breccia nel cuore delle emittenti televisive, ma possiamo comunque omaggiarlo parlando del film.




Era il primo aprile 1988 quando uscì per la prima volta nelle sale americane Beetlejuice- Spiritello Porcello, dell’ormai celeberrimo Tim Burton. Arrivò in Italia a settembre dello stesso anno e divenne subito un film cult per le generazioni di quegli anni. Con un cast stellare, tra cui Wynona Ryder, Michael Keaton e Alec Baldwin, vinse il premio oscar per miglior trucco nel 1989 e ancora siamo in attesa di un sequel annunciato più volte. Ecco le curiosità!




1. Anche se il vero nome del personaggio è Betelgeuse, è stato scritto Beetlejuice nel titolo perché è più divertente e si commercializzava meglio.
Perchè sì, all’epoca uscirono anche i pupazzetti di Beetlejuice!
Beetlejuice action figure 80's

  1. Il personaggio del titolo prende il nome dalla seconda  stella più luminosa nella costellazione di Orione (la decima più brillante del cielo notturno, mediamente): Betelgeuse, appunto.
    Beetlejuice Orion
  2. Tim Burton inizialmente voleva che Sammy Davis, Jr., una delle sue star preferite fin dall’infanzia, interpretasse il ruolo di Betelgeuse, ma ai dirigenti degli studios non piaceva affatto l’idea.
    Beetlejuice Sammy Davis Jr
  3. Robin Williams, Christopher Lloyd, Jim Carrey, Tim Curry, Jack Nicholson e Bill Murray furono poi considerati per interpretare Betelgeuse.
    Tim Burton pensò anche a Schwarzenegger, che però era impegnato sul set de L’implacabile.
    Beetlejuice Arnold?
  4. Tra tutti i film in cui ha recitato, questo è il film favorito di Micheal Keaton.
    L’attore ha basato la sua interpretazione sul personaggio di Chop Top Sawyer, in Non aprite quella porta 2.
    Beetlejuice Chop Top Sawyer
  5. Quando Keaton si è presentato per la prima volta sul set vestito da Betelgeuse, i tecnici hanno intonato la filastrocca “Juice, Juice, Juice!” che ha clamorosamente gasato l’attore!
    Beetlejuice
  6. Betelgeuse, colui che da il nome al film, non appare se non dopo i primi venticinque minuti di pellicola e alla fine appare in meno del venti percento della sua durata totale (17.5 minuti).
    Michael Keaton ha effettuato solo due settimane di riprese.
    Beetlejuice
  7. La sceneggiatura originale era quella di un film horror, e prevedeva Betelgeuse nella forma di demone alato, il cui obiettivo era quello di uccidere la famiglia Deetz, piuttosto che spaventarla.
    Beetlejuice
  8. La Warner Bros, originariamente,  voleva chiamare il film House Ghosts (I fantasmi di casa). Ironicamente, Tim Burton suggerì il nome Scared Sheetless (Spaventato senza lenzuolo) ed è rimasto inorridito quando lo studio ha effettivamente pensato di dargli retta.
    Beetlejuice Burton
  9. Tutte le persone nella sala d’aspetto e nell’ufficio sono nelle stesse condizioni di quando sono morte e il modo in cui sono morti viene mostrato chiaramente.
    Tuttavia, i Maitlands, che sono annegati, non sono bagnati.
    Tim Burton pensava che tenere gli attori bagnati tutto il tempo delle riprese avrebbe arrecato loro troppo disagio.
    Beetlejuice
  10. Quando Adam e Barbara sono in ufficio, una voce dall’altoparlante annuncia: “Il volo 409 è in arrivo al Gate 3”.
    Il volo United Airlines 409 si schiantò contro una montagna nel Wyoming il 6 ottobre 1955, uccidendo tutti i passeggeri e l’equipaggio a bordo. Uno dei peggiori incidenti aerei della storia, fino a quel momento.
    Beetlejuice UA 409
  11. Il successo al botteghino del film ha suggerito l’idea per un seguito: Beetlejuice goes Hawaiian.
    È stata commissionata una sceneggiatura a Kevin Smith e Michael Keaton e Winona Ryder hanno entrambi firmato per riprendere i rispettivi ruoli.
    Tim Burton ha perso interesse per il progetto e ha diretto invece Batman (1989) e Batman – Il ritorno (1992).
    Nel 2015, la Warner Brothers stava ancora cercando di mettere in produzione il concept originale del sequel.
    Beetlejuice Batman
  12. Durante la sequenza in cui Adam e Barbara entrano nell’ufficio di Juno e la vedono parlare con una squadra di football recentemente scomparsa, un cinema pieno di fantasmi può essere visto attraverso la finestra dell’ufficio di Juno.
    Quando il film è uscito nelle sale, la sequenza ha creato l’illusione che il pubblico vivo e morto potessero vedersi.
    Tra il pubblico del cinema di fantasmi ci sono uno scheletro rosso e uno scheletro verde (che rivedremo poi nel film di Tim Burton Mars Attacks! del 1996),  ed un uomo in giacca e cravatta nera, con occhiali da sole Ray-Ban  (aka uno dei Blues Brothers).
    Beetlejuice
  13. Lo scheletro in cima alla giostra di Betelgeuse assomiglia molto (eufemismo) a Jack Skellington, una figura che Tim Burton aveva in mente e scarabocchiava fin dal 1982.
    E che alla fine sarebbe stata usata come protagonista di Nightmare Before Christmas(1993), che Burton ha scritto e prodotto.
    Beetlejuice Skellington
  14. Quando Betelgeuse appare sotto forma di giostra, Michael Keaton ha delle ali di pipistrello sulla testa.
    I film successivi dell’attore, diretti da Tim Burton, furono Batman e Batman – Il ritorno. Coincidenze? Tim non crede…
    Beetlejuice bats
  15. Il successo di Beetlejuice gli ha spalancato le porte dei parchi a tema della Universal.
    Dal 1992, in Florida ed in Giappone, viene presentato  Beetlejuice’s Rock ‘N’ Roll Graveyard Revue, uno spettacolo dal vivo che combina i leggendari mostri della Universal, come Frankenstein, Uomo Lupo e Dracula, con le incursioni dello Spiritello Porcello.
    Beetlejuice Graveyard Revue
  16. Juliette Lewis fece un’audizione per il ruolo di Lydia.
    Diane Lane, Sarah Jessica Parker, Brooke Shields, Justine Bateman, Molly Ringwald e Jennifer Connelly hanno rifiutato lo stesso ruolo.
    Per il quale, alla fine si giunse a due nomi: Alyssa Milano e Wynona Ryder, che si aggiudicò la parte.
    Beetlejuice Wynona Ryder
  17. Beetlejuice, nel 1998, è stato il primo DVD spedito dalla nascente Netflix, che all’epoca noleggiava i DVD per posta: internet era ancora agli albori.
    Beetlejuice Netflix
  18. La scena con la mosca è un omaggio al film horror L’esperimento del dottor K. (1958).
    Nel remake del quale (La mosca (1986)) ha recitato Geena Davis.
    Allo stesso Michael Keaton è stato offerto il ruolo principale in quel film, ma lo rifiutò.
    Beetlejuice The Fly
  19. Lo spot televisivo di Betelgeuse era una parodia di quelli di Cal Worthington, un rivenditore di auto noto per una serie di pubblicità televisive in tarda serata della West Coast Americana.
    Beetlejuice Cal Worthington(fonte: nerdburger.it)