Liv Tyler ha scoperto che Steven Tyler, frontman degli Aerosmith, fosse il suo vero padre quando aveva 11 anni.

Come riporta il sito Biography, fino ad allora la piccola Liv credeva di esser figlia del cantante degli Utopia, Todd Rundgren. In realtà la madre, la modella Bebe Buell, aveva avuto alla fine del 1976 una breve avventura con Steven, che portò alla sua nascita a New York nel luglio successivo. Rundgren sapeva che c’era la possibilità che non fosse il padre di Liv, ma firmò il suo certificato di nascita, le diede il suo cognome e intervenne per crescerla comunque come se fosse sua figlia. La decisione venne presa insieme alla madre, che decise di nascondere la paternità di Steven Tyler a causa dei suoi problemi di droga. Lei e Rundgren fecero un patto, stabilendo che se la cosa fosse diventata un problema, gliel’avrebbero rivelata una volta raggiunta la maggiore età. 





Ma Liv avvertì qualcosa ben prima di diventare maggiorenne. Lei e Steven Tyler si incontrarono per la prima volta quando aveva 8 o 9 anni proprio ad un concerto di Todd Rundgren, durante il quale Steven le comprò una Shirley Temple al bar. Nonostante non avesse alcuna idea che fosse suo padre, l’attrice ha rivelato che “si innamorò subito di lui”, finendo per comprare anche il suo poster con il quale si divertiva parlare. 

Deve essere stata una questione di chimica – ha spiegato l’attrice – qualcosa a livello di DNA e di geni. Ho subito sentito una forte connessione con lui quando l’ho incontrato la prima volta. In quel momento non sono riuscita a spiegarmi quella sensazione, ma ben presto ho capito di cosa si trattasse”.

Oltre ad un’innegabile sintonia, un altro fattore contribuì a farle capire la parentela: la grande somiglianza con l’altra figlia di Steven, Mia Tyler, nata dalla sua seconda moglie, Cyrinda Foxe appena un anno dopo di lei. “La vedevo stare in piedi al lato del palco e mi sembrava veramente di osservare la mia gemella“.

Dopo aver scoperto la verità, Liv e Steven strinsero un forte legame, da veri padre e figlia. Lei infatti cambiò anche il cognome da Rundgren a Tyler. Nel 1994 i due lavorarono insieme la prima volta: Liv comparve nel video della canzone Crazy insieme ad Alicia Silverstone; in seguito, nel 1998, gli Aerosmith firmarono la colonna sonora del film Armageddon in cui Liv ebbe il ruolo della protagonista femminile, realizzando la meravigliosa I Don’t Want To Miss A Thing.