Sulla scia dell’enorme successo che stanno avendo i biopic musicali in quest’ultimo periodo (vedasi i numeri di Bohemian Rhapsody e l’imminente arrivo del film dedicato a Elton John, Rocketman), anche un’altra band di punta sta per ricevere lo stesso trattamento. Stiamo parlando dei Sex Pistols, il gruppo punk rock britannico fra i più influenti della storia e grande icona della prima ondata punk degli anni ’70.

Per ora sappiamo solamente titolo e regista: “Only Anarchists Are Pretty” la cui direzione è stata affidata alla regista Ayesha Plunkett, ancora poco conosciuta nel mondo del cinema. Il cast che impersonerà i quattro membri della band,  il cantante Johnny Rotten, il chitarrista Steve Jones, il batterista Paul Cook e il bassista Glen Matlock, non è stato ancora scelto.




Gli irriverenti e provocatori Sex Pistols sono stati già in passato protagonisti di documentari sul grande schermo, tra cui La grande truffa del rock’n’roll (1980) e Oscenità e furore (1999) diretti da Julien Temple 

Non è la prima volta sul grande schermo per la band

Il primo, voluto da Malcolm McLaren, l’allora manager della band, racconta la nascita, il successo e il rapido declino dei Sex Pistols. Nessuno di loro ci fa una gran figura e McLaren, anche narratore del film, ci tiene a sottolineare che la band non era altro che una “grande truffa“, appunto, creata appositamente da lui con il solo intento di portare il caos e l’anarchia in Inghilterra e guadagnare esorbitanti somme di denaro con le etichette discografiche (EMI, Virgin, Warner Bros. Records).

Non ci resta che aspettare notizie su questa nuova produzione. Siete entusiasti all’idea?