“Dieci anni fa gli uomini di un commando specializzato operante in Vietnam vennero condannati ingiustamente da un tribunale militare. Evasi da un carcere di massima sicurezza si rifugiarono a Los Angeles, vivendo in clandestinità. Sono tuttora ricercati, ma se avete un problema che nessuno può risolvere – e se riuscite a trovarli – forse potrete ingaggiare il famoso A-Team”.

A-Team è una dell serie action più amate degli anni ottanta. Creata da Frank Lupo e Stephen J. Cannell, venne trasmessa in prima visione assoluta dal 1983 al 1987 sul canale americano NBC, mentre in Italia arrivò nel 1984 su Rete 4.  

La serie segue il filone del “militarismo buono”, molto in voga all’epoca ed è entrata nel cuore di milioni di spettatori grazie soprattutto al suo indimenticabile cast. Suddivisa in 5 stagioni, la serie narra le avventure di un commando di ex-combattenti della guerra del Vietnam di nome A-Team, un tempo arruolati come “Berretti Verdi” nelle Forze Speciali statunitensi. Il gruppo viene accusato ingiustamente di aver rapinato una banca ed è per questo costretto a vivere in fuga, ricercati e braccati dalle autorità militari. I componenti della squadra sopravvivono prestando servizio come mercenari e venendo, nella quasi totalità degli episodi, assoldati da persone o da gruppi di persone oppresse da situazioni d’ingiustizia o di pericolo.

Ad oggi, sono passati circa 37 anni dalla prima messa in onda: vediamo che fine hanno fatto gli attori protagonisti e come sono diventati.

George Peppard – John “Hannibal” Smith

 

George Peppard interpreta il colonnello John “Hannibal” Smith, capo del gruppo di mercenari della serie, un uomo che “va matto per i piani ben riusciti”. Peppard è globalmente noto per aver affiancato nel 1961 Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany interpretando l’affascinante Paul Varjak.

Da lì la sua carriera fu tutta in discesa: recitò in La conquista del West (1962), I vincitori (1963), L’uomo che non sapeva amare (1964), Operazione Crossbow (1965) e La caduta delle aquile (1966) e in numerose pellicole fino agli anni settanta. Dopo aver conquistato la gloria sul grande schermo e non riuscendo più a trovare ruoli soddisfacenti al cinema, decide di dedicarsi maggiormente alla televisione, lavorando in Banacek (1972-1974) e Doctors Hospital (1975). Nel 1981 gli venne offerto il ruolo di Blake Carrington nella serie Dynasty: Peppard girò l’episodio pilota, ma rifiutò più tardi la parte a causa di disaccordi con gli autori della serie. Nel 1983 accetta invece il ruolo del colonnello John “Hannibal” Smith in A-Team, entrando ancor di più nel cuore degli spettatori. 

Peppard ci ha purtroppo lasciati nel 1994, all’età di 65 anni, a causa di una polmonite dovuta a complicazioni causate dalle cure a cui era sottoposto per combattere il cancro ai polmoni.


Dirk Benedict – Templeton “Sberla” Peck

La carriera di Dirk Benedict ebbe un’esplosione nel 1978, con il ruolo del Tenente Scorpion (“Starbuck” in originale) nella serie Galactica e nel film da essa ricavato Battaglie nella galassia. Cinque anni dopo, Dirk ottiene una popolarità ancora maggiore con il ruolo in A-Team di Templeton Peck, detto “Sberla”.

Dopo l’ultima stagione di A-Team, la sua carriera ebbe però un calo notevole: prese parte ad alcuni film che furono flop al botteghino, come Body Slam e Alaska. Continuò comunque a partecipare come guest in serie di successo quali Alfred Hitchcock presenta, La signora in giallo, Baywatch Walker Texas Ranger oltre ad essere tra i concorrenti dell’edizione 2007 del Grande Fratello Vip inglese. Nel 2010 prende parte, con un cameo insieme a Dwight Schultz, al film-remake A-Team.

Oggi Dirk Benedict ha 75 anni.


Dwight Schultz – H. M. “Howling Mad” Murdock

Dwight Schultz interpreta H. M. “Howling Mad” Murdock il matto, l’unico del gruppo a non essere ricercato e per questo spesso è lui a tirar fuori dai guai i suoi amici.

In carriera Schultz ha partecipato a diverse serie tv, tra cui CHiPs, Perry Mason, Star Trek: The Next Generation, Star Trek: Voyager e Stargate SG-1. Ha inoltre lavorato come doppiatore in alcuni celebri videogames, dando la voce a Dingodile e Fake Crash in Crash Nitro Kart. Anche lui è comparso in un cameo nel film del 2010 A-Team.

Oggi Dwight Schultz ha 73 anni.


Mr. T – Bosco Albert “P.E.” Baracus

Mr. T è forse l’attore più noto al pubblico di A-Team; al momento dell’inizio della serie, nel 1983, era già conosciuto per il ruolo di Clubber Lang nel terzo film della saga di Rocky, uscito l’anno prima. Nella serie interpreta il temibile  Sergente B.A. (Bosco Albert o “Bad Attitude” – letteralmente “Brutto Carattere”, nella versione italiana P.E. “Pessimo Elemento”) Baracus, un’arma umana, l’artiglieria pesante del gruppo. Pesate che fu l’unico attore del telefilm che non fece il provino, fu scelto a prescindere. Il suo taglio alla mohicana è divenuto presto leggenda, così come il suo stile fatto di collane d’oro. 

Dopo il grande successo della serie ebbe diversi ruoli sia in serie televisive (come T. and T., di cui era protagonista), sia di film, ma nei quali, per la maggior parte dei casi, faceva piccole parti o addirittura camei.

Nel frattempo continuò a partecipare in maniera attiva nel Wrestling (attività iniziata nel 1985, come partner di Hulk Hogan), ma dovette smettere durante la metà degli anni ’90 per motivi di salute: infatti dichiarò di essere malato di cancro.

Questo però non fermò del tutto Mr. T, il quale continuò comunque con gli spot pubblicitari (come la marca di cereali che porta il suo nome e della società Comcast).

Negli ultimi anni ha dichiarato di avere sconfitto il cancro e di aver rinunciato di indossare le pesanti catene d’oro che lo contraddistinguevamo, dopo essere stato in visita dalle vittime dell’Uragano Katrina. Nel 2014 è stato introdotto nella Hall of Fame della WWE.

Dal 2011 conduce per la BBC il programma World’s Craziest Fools, in Italia trasmessa dal canale DMax con il titolo Ci sei o ci fai.

Oggi Mr. T ha 68 anni.