Ospite dalla Balivo a Vieni da Me, Alvaro Vitali si è raccontato a 360 gradi.




Ecco la prima parte della sua intervista.

Ho fatto 150 film con i registi più importanti. Pierino è la mia vita. Lui mi ha fatto conoscere nel mondo. La gente mi riconosceva per strada. Anche i bambini piccoli mi conoscono. Mi fanno le mossette, le risate che facevano io”.




Inoltre ha parlato anche del suo rapporto con Fellini.

Ho fatto quattro film con lui. Come mi ha scelto? Non lo so. Mi aveva preso a ben volere. Lui si divertiva tantissimo con me perché raccontavo barzellette e parlavo in romanesco. Lui mi raccontava tante storie, mi parlava dei suoi film. Io all’inizio lo chiamavo dottore. Poi faro. Perché lui ci illuminava”.

Poi il ricordo delle sue colleghe

“Gloria Guida era meravigliosa. E’ la prima volta che faceva cinema. Era timidissima. La scena che l’è piaciuta di più quando le ho portato il quadro me l’ha spaccato in testa. Edwige Fenech è stata la prima che ho conosciuto. Ed è quello che mi ha dato più soddisfazioni. Uscivamo assieme, mangiavamo il cestino. Era un’amica. Era quella che piaceva più di tutti. Anche oggi è una bellissima donna”