Oggi vogliamo parlarvi di Cocktail: film del 1988 diretto da Roger Donaldson, con protagonisti Tom CruiseBryan Brown e Elisabeth Shue. Il film debuttò nelle sale statunitensi il 29 luglio 1988, sbancando quasi immediatamente i botteghini locali ed incassando già nel primo weekend una cifra di 11.789.466 $.

TRAMA

Brian Flanagan, giovane e ambizioso in cerca di un impiego, dopo aver lasciato l’esercito ed aver tentato la fortuna nella finanza e nella pubblicità, accetta un lavoro come barman in un piccolo locale di New York. Iniziato al mestiere dal collega Doug, i due fanno fortuna, dopo che Brian ha inventato un nuovo cocktail, divenendo i due più famosi barman acrobatici di Manhattan. Abbiamo trovato due curiosità importanti sul film che vi spieghiamo qui sotto.

LE BOTTIGLIE ROTTE SUL SET

Per prepararsi al film, sia Cruise e Brown si sono allenati nel “lancio della bottiglia” per dare maggiore realismo alla pellicola. I due furono addestrati dal barista di Los Angeles John Bandy. Ci sono voci contrastanti su quello che è realmente successo sul set. Ve ne segnaliamo due, la prima è un’intervista di Tom Cruise dove afferma di aver rotto “qualche bottiglia”….

“Ho rotto 5 bottiglie sul set, pensavo molte di più. Per addestrarmi ho anche intervistato 35 baristi della mia città per rendere più autentica la mia interpretazione”.

Un anno fa invece il suo collega Bryan Brown ha rivelato ai Dailymail che in realtà le bottiglie rotte erano in realtà molte di più.

“Tom aveva intervistato un barista ed aveva visto come si lanciavano le bottiglie, non era scritto nella sceneggiatura ma lui mi disse che potevamo provare a farlo anche noi. Per allenarmi lanciavo bottiglie ovunque nella mia stanza ed ero pieno di vetri nel mio albergo”

LA MALATTIA DI TOM CRUISE IN JAMAICA

Vi ricordate la scena romantica con Tom Cruise ed Elisabeth Shue in Jamaica? Beh quella cascata crediamo che Tom se la ricorderà per parecchio. In un’intervista su Rolling Stones parecchi anni fa ha dichiarato come quell’esperienza è stata una delle più brutte della sua vita:

“Faceva freddo, eravamo in acqua e io stavo congelando. Mi sono ammalato, non fu romantico come sembra. Era più come Gesù, prendiamo questa inquadratura e andiamocene di qui. In certi scatti potete vedere che le mie labbra sono viola e tutto il mio corpo trema”.