Sono stati giorni davvero felici per Erin Morin, parafrasando la celebre sitcom ‘Happy Days’ andata in onda per dieci anni tra il 1974 ed il 1984, con tra i protagonisti anche l’attrice scomparsa una settimana fa. Questo fino ad un certo periodo della sua vita, conclusasi in modo triste a soli 56 anni in una modesta roulette al termine di un lungo periodo nel quale l’interprete di Joanie Cunningham beveva e si drogava. Tony, il fratello di Erin, in una intervista al Sun ha affermato:






“Era un’anima in pena che dopo la fine del suo periodo d’oro non si è mai più ripresa. Hollywood l’ha masticata per poi sputarla via”.

Erin Morin è morta per un cancro alla gola, non dicendo a nessuno dei suoi cinque fratelli riguardo la sua battaglia contro la malattia, per non farli preoccupare. E sempre Tony, 59 anni, ha parlato della sua sorprendente sorella confermando di non sapere che fosse malata:

“All’inizio ho creduto che fosse deceduta per i suoi vizi. Ha sempre combattuto contro i demoni e negli ultimi anni le cose sono peggiorate. Abbiamo avuto dei genitori che non hanno mai saputo essere tali, Erin con ‘Happy Days’ era riuscita a trovare la vera felicità, non era solo un lavoro per lei. Nei suoi ultimi mesi penso che sia stata cosciente del fatto che presto tutto sarebbe finito, ne aveva abbastanza di vivere. Vorrei avere la possibilità di dirle quanto l’ho amata. Prego che possa trovare finalmente la pace che non ha mai avuto quando era viva”.






L’infanzia dei Morin non fu affatto facile, con un papà alcolizzato ed una mamma depressa morta nel 2010 dopo una dipendenza da sntidolorifici. Tony Morin ricorda il padre come un uomo violento: “Governava in casa con metodi discutibili ed autoritari. Per fortuna non ha mai fatto del male ad Erin, anche perché era famosa. Lei desiderava tanto avere dei veri genitori anziché le orribili persone che ci hanno allevato. Nostra madre ha sempre sognato di diventare famosa, così ha vissuto questa sua ossessione proprio grazie ad Erin, e quando non era con lei assumeva antidepressivi e restava tutto il giorno a letto”.

Quando Erin divenne troppo grande, i produttori di ‘Happy Days’ le dissero che avrebbe dovuto dimagrire, consigliandole di prendere dei farmaci. E Tony, anche lui attore ormai in pensione, critica questa scelta: “E’ qui che sorse la dipendenza dalla droga di mia sorella, non si era mai sentita bella abbastanza. A 16 anni cominciò a bere e fumare e già la cosa mi preoccupava. Poi arrivò anche ad assumere cocaina. Non le ho mai detto niente, al pari dei miei fratelli: nessuno di noi era maturo abbastanza per fermarla. Erin aveva soldi per comprare qualsiasi cosa desiderasse: case, automobili, vestiti…ma era anche troppo giovane e presto tutto le è crollato addosso”. Quando ‘Happy Days’ finì nel 1984 anche la carriera della Morin ebbe un brusco stop: adesso non rimanevano che sporadiche parti in cui recitare, e tutti i soldi guadagnati presto svanirono. Il suo primo matrimonio con Rocky Ferguson si concluse con un divorzio dopo sei anni nel 1993. Poi nel 2007 Erin descrisse i contrasti con l’ex marito svelando che lui le aveva imposto di cancellare la sua vera identità: se qualcuno l’avesse riconosciuta come Joanie Cunningham lei avrebbe dovuto negare, e la cosa le provocò grande infelicità. Nello stesso anno del divorzio, Erin Morin sposò Steve, un semplice dipendente della catena ‘Walmart’, e la coppia traslocò nel caravan di lui per stare accanto alla madre di quest’ultimo.






Tony continua: “Tutti stavamo combattendo i nostri demoni dopo l’infanzia che avevamo e siamo bloccati nei nostri mondi. “All’improvviso un mese diventa un anno e prima che lo sai, non sai nemmeno come contattarti. “L’ultima foto che ho visto di Erin era in un articolo su una rivista sul fatto che su lei era senza tetto e dipendente delle droghe. “Guardando quella foto del suo volto devastato, sentivo un gran mal di stomaco. Sembrava che stava per morire. “Erin era una donna forte che non voleva mai accettare l’aiuto di nessuno. “Ho pregato di risolvere la sua vita e che ci sarebbe stato un momento in cui la vedevo nuovamente felice. “Purtroppo quel giorno non è mai arrivato”.

FONTE http://www.direttanews.it/2017/04/30/erin-moran-fratello-ricorda-star-morta/

fonte https://www.thesun.co.uk/tvandshowbiz/3446433/grieving-brother-reveals-tragic-life-of-happy-days-star-erin-moran-dead-at-56-after-battling-throat-cancer/