Stasera su Rai 2 in prima serata troviamo Escape Plan – Fuga dall’inferno, film del 2013 diretto da Mikael Håfström con protagonisti Sylvester Stallone Arnold Schwarzenegger.

Trama 

Ray Breslin (Sylvester Stallone) è  un esperto di sicurezza strutturale. Ha progettato nella sua vita infernali prigioni governative dalle quali è impossibile evadere e di cui conosce ogni segreto. Le sue capacità però sono messe a dura prova quando, incastrato, finisce lui stesso per essere prigioniero di una delle strutture che ha provveduto a ideare. In cerca di una via di fuga per vendicarsi di chi lo ha messo dietro le sbarre, in carcere Breslin conosce Emil Rottmayer (Arnold Schwarzenegger), il leader dei prigionieri desideroso come lui di tornare in libertà il prima possibile.




Curiosità

Escape Plan ebbe una gestazione abbastanza travagliata, cominciata nel 2008. In quell’anno la Summit Entertainment si assicurò i diritti per la pellicola acquistando la sceneggiatura Exit Plan di Miles Chapman e ingaggiando Jason Keller per riscriverla e Jeff Wadlow come regista. Inizialmente era stato scelto come titolo di lavorazione The Tomb per poi cambiare definitivamente in Escape Plan durante la fase di post-produzione.

Il primo regista incaricato, Jeff Wadlow, fu sollevato dall’incarico nel luglio del 2009 in quanto il progetto risultò essere ancora in fase di stallo. Stessa sorte toccò a Antoine Fuqua, il quale, dopo essere rimasto attaccato al progetto per più di un anno, preferì dedicarsi a un altro film,  così la Summit Entertainment dovette cercare un altro regista, che trovò in Mikael Håfström, entrato in trattative nel gennaio 2012 e confermato il mese successivo.




Attori 

Fin dall’inizio i produttori si sono dimostrati propensi all’idea che il protagonista sarebbe stato una famosa star d’azione. Il primo attore ad essere stato preso in considerazione fu Bruce Willis, che venne contattato dalla Summit Entertainment nel maggio del 2010 per interpretare il ruolo del protagonista. Dopo che questi declinò l’offerta all’inizio del 2011, Escape Plan sarebbe potuto essere, a un certo punto, il film della rentrée al cinema di Arnold Schwarzenegger, il quale manifestò interesse nel film e, sebbene intrattenne colloqui con la compagnia durante il mese di marzo, alla fine gli preferì un altro film, The Last Stand. 

Pertanto la produzione ripiegò sette mesi dopo su Sylvester Stallone, che subentrò nel ruolo principale: Ray Breslin, progettista di prigioni anti-evasione. Nel febbraio 2012, però, Schwarzenegger fu persuaso dal produttore Mark Canton per conto di Stallone e rinunciò a un altro film in cantiere, accettando di rientrare nel progetto ma in un ruolo differente e meno corposo rispetto a quello precedentemente propostogli dallo studio: un detenuto dalla personalità controversa e ricca di sfumature.

Mark Canton, entusiasta dell’ingaggio dell’attore austro-americano, in un’intervista radiofonica ha paragonato la collaborazione fra Schwarzenegger e Stallone a quella fra Al Pacino e Robert De Niro in Heat – La sfida

Nel cast troviamo anche Jim Caviezel, Vincent D’Onofrio, Amy Ryan, Caitriona Balfe, Vinnie Jones, Sam Neill e 50 Cent.

Il budget del film fu di circa 50 milioni di dollari. Le riprese si sono tenute principalmente a New Orleans, Slidell e Los Angeles, dal 16 aprile al 23 giugno 2012. Come base per la ricostruzione della prigione e le riprese in interni sono stati utilizzati gli spazi del Michoud Assembly Facility di New Orleans, struttura NASA in disuso da anni adibita in precedenza all’assemblaggio di giganteschi serbatoi esterni degli Space Shuttle.

Al primo film sono seguiti due sequelEscape Plan 2 – Ritorno all’inferno uscito nel 2018 e l’altro nel 2019, Escape Plan 3 – L’ultima sfida.