Il 21 febbraio 1992, esattamente 30 anni fa, usciva nelle sale americane Fermati, o mamma spara (Stop! Or My Mom Will Shoot), commedia diretta da Roger Spottiswoode con protagonisti Sylvester Stallone ed Estelle Getty

La trama segue le vicende di Joe Bomowski (Stallone), un poliziotto di Los Angeles che, di punto in bianco, si trova la vita stravolta dalla visita della madre Tutti (Estelle Getty), una vecchina molto invadente ed impicciona che comincia subito a creare guai. La possibilità di sbarazzarsene tramonta del tutto quando la donna diventa testimone di un assassinio. Così seguirà come angelo custode il figlio per tutte le indagini, fino allo scontro finale con i criminali.

Nonostante un più che discreto successo al botteghino (70 milioni di dollari incassati) e un ancora più grande successo all’uscita in VHS e DVD, Stallone ha definito questa pellicola “il film peggiore che abbia mai fatto” e, ancora peggio, “uno dei peggiori film mai realizzato in tutto il sistema solare, incluse eventuali produzioni aliene che non abbiamo mai visto. Un verme piatto avrebbe potuto scrivere una sceneggiatura migliore“.

Ma sapete come l’interprete di Rocky e Rambo finì per prendere parte ad una così assurda commedia? Beh, la colpa è niente meno che di Arnold Schwarzenegger

Stallone beffato da Schwarzenegger 

L’origine del casting di Stallone per Fermati, o mamma spara è stata spiegata direttamente da Schwarzenegger in una intervista di qualche anno fa. Come noto, per tutti gli anni Ottanta, i due attori sono stati tra le stelle più brillanti del cinema action, fattore che creò una sana, ma agguerrita, competizione.

«Negli anni Ottanta lui era un rivale – ha detto Schwarzenegger nell’intervista a Jimmy Kimmel – C’era solo competizione tra noi, su chi faceva film più importanti, chi aveva muscoli più definiti, chi aveva più successo al box office, chi uccideva più persone, chi le uccideva nei modi più creativi, chi aveva coltelli e armi più grandi, insomma era tutto una guerra».

Da qui l’idea di giocare un brutto tiro a Stallone colpendolo sul suo lato debole: la commedia.

«All’epoca Hollywood sapeva che mi volevo allontanare dal fare solo film d’azione, e che mi volevo buttare sulle commedie. Infatti all’epoca girai I gemelli e Un poliziotto alle elementari. Ma loro vennero da me con quest’altro film, Fermati, o mamma spara. Lessi lo script ed era schifoso. Diciamolo. Non ero intenzionato a farlo, così lo proposero a Sly e lui mi chiamò per chiedermi se mi avevano proposto di fare il film. Io risposi di sì, che stavo pensando di farlo, che la ritenevo un’idea geniale. Così lui, visto che eravamo in competizione, chiamò subito lo studio e gli disse: “Va bene, lo voglio fare ad ogni costo”. Così fece, e il film fu un vero schifo [ride]».

Potete vedere il pezzo nel video qua di seguito a partire dal minuto 6:48.