Il 13 luglio del 1990 usciva nelle sale americane  Ghost, un film entrato di diritto nella lista delle storie romantiche più belle e famose di sempre. Diretto da Jerry Zucker, si conquistò due premi Oscar, uno per la miglior sceneggiatura originale (consegnato a Bruce Joel Rubin), l’altro per la miglior attrice non protagonista, andato a Whoopi Goldberg, grandissima co-protagonista insieme alla coppia composta da Patrick Swayze e Demi Moore.

Proprio riguardo la scelta dei tre attori e dei loro casting, ci sono diversi aneddoti che vale la pena raccontare. Partiamo da Demi Moore.

Demi Moore, dal pianto a comando al taglio di capelli improvvisato

Prima di diventare famosa in tutto il mondo con Ghost, Demi Moore si era fatta notare negli anni Ottanta per alcuni ruoli cinematografici, tra cui i film Una cotta importante (1984), St. Elmo’s Fire (1985) di Joel Schumacher, A proposito della notte scorsa… (1986) di Edward Zwick e Non siamo angeli (1989) di Neil Jordan. Per ottenere la parte di Molly in Ghost, la Moore riuscì a convincere i produttori grazie soprattutto ad una sua spiccata capacità: quella di piangere a comando. Non solo riusciva a farlo appena glielo si chiedeva, ma riusciva anche a scegliere da quale occhio far uscire le lacrime!

Un’altro aneddoto sul suo casting riguarda il suo taglio di capelli, ormai diventato iconico. Quando fece il provino, Demi Moore portava i capelli molto lunghi. Una volta ottenuta la parte, decise di tagliarseli cortissimi, senza avvisare nessuno. Quando il regista Jerry Zucker la vide, rimase inizialmente scioccato e poco soddisfatto. A distanza di pochi mesi dall’uscita del film, il taglio “alla Demi Moore in Ghost” divenne una vera e propria moda e ora come ora non potremmo immaginarci una Molly diversa. Insomma, la Moore ci aveva visto giusto.

LEGGI ANCHE: GHOST, WHOOPI GOLDBERG: “NON MI VOLEVANO, MA PATRICK SWAYZE SI IMPUNTÒ E MINACCIÒ DI LASCIARE IL FILM”

La tragica coincidenza tra le morti dei due “fantasmi” Vincent Schiavelli e Patrick Swayze

Ricordate il fantasma della metropolitana che insegna a Sam (Patrick Swayze) come spostare gli oggetti? L’attore che lo interpreta è Vincent Schiavelli, grandissimo caratterista, tra i più importanti del cinema statunitense. Purtroppo sia lui sia Patrick Swayze ci hanno lasciato prematuramente, addirittura alla stessa età: 57 anni. Entrambi sono stati portati via dal cancro, seppur in forme diverse: Patrick dal pancreas e Vincent ai polmoni.