Dopo il ritorno del Sega Mega Drive e del Super Nintendo verrà riproposto sul mercato un altro grande classico per tutti coloro che sono cresciuti negli anni ’80: la mini console Tiger.




Per chi non li ricorda, stiamo parlando di quei videogiochi a cristalli liquidi che, con un elenco decisamente limitato di comandi, divertivano i più piccoli con avventure spesso dedicate ai film in voga nel periodo o riproponendo, in una versione decisamente più semplificata ed elementare, i titoli più famosi delle sale giochi o delle altre console. Ogni Tiger infatti poteva caricare un solo videogame. C’era poi un minuscolo speaker per la musica e gli effetti. La Hasbro pubblicherà quattro nuovi titoli, “The Little Mermaid”, “Sonic the Hedgehog 3”, “Transformers: Generation 2” e “X-Men Project X” ad un prezzo di 14,90 dollari.




L’azienda ha promesso anche dei miglioramenti rispetto ai giochi usciti negli anni ’80 e ’90 ma, dal momento che le console continueranno ad essere alimentate da due batterie AA, non c’è da aspettarsi cambiamenti rivoluzionari. Erano molto economici, decisamente più abbordabili dei giochi per Game Boy e potevano contare su titoli di grido. Sul fronte dei videogame, per esempio, c’erano versioni ridotte di Street Fighter, Double Dragon, Golden Axe e Castlevania, per i film ecco Robocop e Hook e poi i fumetti Spider-Man, Batman e Flash e i cartoni animati Biancaneve e i sette nani e La sirenetta, uno dei più diffusi in Italia. Non mancava anche un Tiger dedicato a Michael Jordan e alle sue schiacciate. Ancora non è chiaro se arriveranno anche in Italia ma l’operazione nostalgia può dirsi iniziata.