L’attore e attivista inglese Hugh Grant si è schierato dalla parte del principe Harry nella discussa scelta e clamorosa decisione sua e di sua moglie Meghan di auto-escludersi dalle vicende di Buckingham Palace, rinunciando a onori e oneri della vita nobiliare trasferendosi in Canada.

Grant ha difeso questa decisione parlando in un programma radiofonico con Andy Cohen: “Io sto dalla parte di Harry. La stampa ha effettivamente ucciso sua madre e adesso sta facendo a pezzi sua moglie. Come uomo, è suo dovere proteggere la famiglia, e io sto con lui su questo”.



Negli ultimi dieci anni l’attore cinquantanovenne è stato un attivista promotore di tante campagne contro l’azione intrusiva della stampa, a partire dal caso eclatante di Milly Dowler, teenager scomparsa e poi trovata morta mesi dopo, la cui segreteria telefonica fu hackerata dal News of the World.

 

Fonte: The Guardian