Carpe diem, cogliete l’attimo ragazzi, rendete straordinaria la vostra vita”

Il 2 giugno 1989 usciva negli Stati Uniti e in Canada “L’attimo fuggente”, un film emozionante come pochi, diventato un vero cult grazie alle sue citazioni ed interpretazioni.

Diretto da Peter Weir, il film vede come protagonista Robin Williams nei panni di John Keating, l’insegnante di letteratura che stravolgerà il rigido metodo d’insegnamento del collegio maschile Welton. Un racconto morale che parla del risveglio dell’individualità in una società conformista.

Ecco quale curiosità legata alla pellicola:




Liam Neeson, Dustin Hoffman e Tom Hanks come possibili scelte

In un primo momento, la Disney aveva affidato la regia a Jeff Kanew, che aveva scelto per il ruolo di Keating Liam Neeson; Neeson effettuò anche un provino per la parte, recitando la scena del discorso del “carpe diem” agli studenti. Successivamente, la scelta della regia cadde su Weir, che scelse, come attore principale della pellicola, Robin Williams. Prima che fosse assunto Weir, Dustin Hoffman aveva espresso l’intenzione di esordire alla regia ed essere allo stesso tempo l’attore principale del film. Anche Tom Hanks fu preso in considerazione per il ruolo del professore, ma rifiutò la parte.

River Phoenix voleva una parte

Josh Charles ed Ethan Hawke fecero il provino quando ancora si pensava che il regista sarebbe stato Jeff Kanew. In seguito, la lavorazione del film subì una pausa di un anno, durante la quale entrambi gli attori rimasero in attesa di sapere se la loro presenza sarebbe stata confermata. River Phoenix, che aveva già recitato in Mosquito Coast dello stesso Weir, si interessò alla parte di Neil Perry e compose anche una canzone sulla Setta dei poeti estinti, ma fu scartato perché il regista cercava attori sconosciuti.




Professori a modello

Per il ruolo di John Keating, lo sceneggiatore Tom Schulman si ispirò alla figura di Samuel F. Pickering, suo insegnante di letteratura inglese alla scuola privata Montgomery Bell Academy di Nashville nell’anno scolastico 1965-1966. In gioventù, Pickering aveva frequentato a sua volta la Montgomery Bell Academy e, da insegnante, era solito svolgere le lezioni in cima ai banchi, fuori dalla finestra o con i piedi nei cestini delle cartacce. Al contrario del personaggio, però, il suo modo di tenere lezione aveva l’intento non tanto di risvegliare le coscienze degli studenti, quanto di divertire se stesso, e non lo portò mai ad uno scontro con l’amministrazione scolastica.

Robin Williams, a sua volta, basò la propria interpretazione su John C. Campbell, suo professore di storia alla Country Day School di Detroit. Era tradizione, per il professor Campbell, nella prima lezione, gettare il libro di testo nell’immondizia, esordendo con una lezione estemporanea. 

Le improvvisazioni di Williams

Robin Williams improvvisò molto. L’attore non era di buon umore durante la lavorazione, poiché nel pieno di un divorzio. A quanto pare era anche abbastanza legnoso nei primi giorni di lavorazione, finché Weir non gli suggerì di improvvisare. Williams improvvisò la scena in cui Keating legge Shakespeare imitando Marlon Brando e John Wayne, poi inclusa nel film. E da lì fu tutto in discesa. Si stima che un 15% delle battute di Williams nel film siano improvvisate

Riprese

L’intera sequenza di riprese si svolse dal 14 novembre 1988 al 15 gennaio 1989, le riprese sono state fatte nella St. Andrew’s School di Middletown, nel Delaware. Infatti, si può notare come i simboli di Welton siano per l’appunto la croce di Sant’Andrea bianca su sfondo rosso osservabile nelle scene girate nella cappella e sui drappi dei “quattro pilastri”. Il regista Peter Weir decise di girare la pellicola in ordine cronologico, per rendere al meglio il crescente legame tra gli studenti e il professore.




Il titolo italiano

La versione originale del titolo del film è Dead Poets Society,  riferendosi alla «Setta dei poeti estinti» citata nel film. In quasi tutte le altre lingue è stata mantenuta quella traduzione, eccezion fatta per l’italiano che ha optato per cambiare titolo ne “L’attimo fuggente”, riferendosi alla alla celebre locuzione del poeta latino Orazio che invita a «cogliere l’attimo».

L’introduzione che il professor Keating fa leggere ai suoi studenti all’inizio del film è presa dal capitolo introduttivo di Sound and Sense: An Introduction to Poetry di Laurence Perrine, un libro-base negli Stati Uniti.

Incassi

Negli Stati Uniti fu un inaspettato successo di pubblico e incassò più di 95 milioni di dollari. A livello mondiale totalizzò circa 235 milioni di dollari, diventando il 5° film dell’anno per ricavi. In Italia fu il 2° film per incassi della stagione 1989-1990, dopo Indiana Jones e l’ultima crociata.

Riconoscimenti

Il film vinse il Premio Oscar nel 1990 per Migliore sceneggiatura originale a Tom Schulman, ricevendo anche nominaton per  Miglior film, Migliore regia e Miglior attore protagonista a Robin Williams.